Nicchi festeggia i 35 anni della sezione AIA di Barletta

“Questa è un’associazione che ha cent’anni di storia ed abbiamo l’obbligo di difenderla. L’AIA fino a pochi anni fa veniva coinvolta in una vicenda negativa, che ora ci siamo lasciati alle spalle. Ogni settimana, 12 mila arbitri scendono in campo e portano in giro per l’Italia regole e cultura. Mi piacerebbe invitare coloro che criticano la classe arbitrale a visitare almeno una delle nostre 211 sezioni “.

Sono queste le parole di Marcello Nicchi, presidente della Associazione Italiana Arbitri, intervenuto ieri a margine della cerimonia di festeggiamento del trentacinquesimo anno della sezione AIA di Barletta (intitolata a Pasquale Gialluisi).

PROMO mini

“L’arbitro deve cercare di dirigere la partita più con gli occhi che col fischietto: deve mostrare fermezza. Accettiamo le critiche fino a quando si rimane nei limiti. Ho la presunzione di dire che siamo più bravi delle macchine: si vogliono installare impianti da 350 mila euro per evitare i famosi “goal fantasma”, ma gli assistenti di porta si sono dimostrati più bravi di mille replay. Non sarebbe meglio dare quel contributo al settore giovanile? – conclude il presidente dell’AIA -”.

Il numero uno della Aia è stato l’ospite d’onore della cerimonia organizzata dalla sezione arbitri di Barletta presso la sala rossa del Castello Svevo. Ricchissimo il tavolo degli invitati: alla cerimonia ha preso parte il presidente di sezione Savino Filannino, il componente nazionale Maurizio Gialluisi (figlio dei Pasquale Gialluisi, primo arbitro barlettano a calcare i campi della serie A), il presidente del comitato regionale arbitri Raffaele Giove e il presidente F.i.c.g. Puglia Vito Tisci (in rappresentanza del mondo federale).

Il presidente Filannino ha descritto l’attività dalla sua sezione. “Questa è una serata fortemente voluta – ha detto il presidente di sezione – . Devo ringraziare tutti i presidenti di sezione della puglia e tutti gli arbitri in attività”.

La cerimonia ha visto anche la partecipazione dei maggiori arbitri pugliesi in attività, quali Damato, Celi e Giannoccaro. E’ stata l’occasione per guidare gli oltre 200 giovani iscritti della sezione di Barletta in un percorso che possa portare loro a raggiungere gli stessi traguardi dei big della Can-A.

Infine le premiazioni.  All’assistente Pierangelo Pellegrini è andato il premio “Pino Ricco” (arbitro prematuramente scomparso). L’osservatore arbitrale Nicola Lombardi si è aggiudicato il premio “Nicola Lotti”. Mentre il premio “Pasquale Gialluisi” è andato proprio al presidente Nicchi, che ha lasciato la sala rossa tra gli applausi.

PROMO mini

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

PROMO mini
PROMO mini
Free Tour mini wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

PROMO mini