Dietro la partita: il post-andata

 

Il compito assegnato da Orlandi è categorico: mai abbassare la guardia, mai pensare di aver vinto la guerra. E’ solo una battaglia, ma il Barletta la vince autorevolmente e con un finale d’alta scuola targato, come sempre, Riccardo Allegretti. L’andata playout va in archivio sul 2-0 per i biancorossi, Andria sconfitta ma già pronta alla sfida di ritorno al Degli Ulivi.

PROMO mini

Il primo atto va in archivio con una spettacolare cornice di pubblico: esaurito il Settore Ospiti destinato alla tifoseria ospite, tifoseria di casa che inaugura il prepartita con coreografie di curva e gradinata. In campo, però, le squadre avvertono la pressione di ambiente e posta in palio: inizio tirato, con il Barletta chiamato a fare la partita in virtù del peggior piazzamento in classifica rispetto ai biancazzurri di Cosco.

[quote_left]Difesa andriese tonica[/quote_left]

Ma il 3-5-2 dei biancorossi vale solo il possesso palla nella metà campo avversaria. La scarsa inventiva di Molina, al quale Contessa mette il bavaglio, e un buon Migliaccio bloccano i movimenti a centro area e le manovre sugli esterni. Le uniche folate arrivano per mano di Dezi e Cicerelli, entrambi costretti all’azione personale da posizione defilata: gli esiti non mettono in pericolo la porta sorvegliata da Rossi.

Ritmi blandi che si protraggono fino all’intervallo, con l’Andria preoccupata maggiormente della fase difensiva. Il trend cambia nella ripresa, quando La Rosa lascia in 10 gli ospiti per un fallo da ultimo uomo su Dezi. La superiorità numerica tradisce il Barletta che, invece di trovare un avversario irrimediabilmente costretto nella propria metà campo, incappa nel gioco di rimessa avviato da D’Errico e Taormina. I ragazzi di Orlandi calano d’intensità, mentre salgono quelli di Cosco.

[quote_right]La difesa a 4 e il vantaggio[/quote_right]

A ribattere il momento difficile, però, ci pensa la retroguardia guidata da Camilleri. Nessun pericolo per la porta di Liverani, ben protetta dal centrale e dalla coppia più esterna RomeoDi Bella: entrambi fuori per infortunio, costringono il tencico lombardo a passare alla difesa a quattro con Calapai e Pippa sulle corsie laterali. La mossa tattica rilancia i padroni di casa, che trovano il vantaggio con una punizione magistrale di Allegretti.

Nel finale, un accenno di forcing andriese viene smorzato da una ripartenza sulla sinistra che porta La Mantia davanti a Rossi. L’ex di turno si conferma uomo-playout e insacca il raddoppio al 90′. Il thriller degli ultimi minuti sorride ai biancorossi, che andranno ad Andria con un buon vantaggio: i biancazzurri, per salvarsi, devono vincere almeno con due gol di scarto. Non valgono i gol in trasferta. Appuntamento domenica 2 giugno alle 16.

 

 

PROMO mini

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

PROMO mini
PROMO mini
Free Tour mini wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

PROMO mini