La Juvetrani si aggiudica il derby

Dopo la vittoria al fotofinish nel match d’andata, ottenuta al PalaDisfida con il punteggio di 80-82, la Lotti Juvetrani vince anche il derby di ritorno giocato al PalaAssi. 69-62 lo score al termine di una partita equilibrata, risolta nel finale a favore dei padroni di casa, ancora una volta più freddi nella gestione dei possessi finali. Sconfitta pesante ma non troppo per la Naurora Barletta visti i risultati delle altre: tutte sconfitte le formazioni che occupano la parte bassa della classifica del girone G, con la rimaneggiata Salerno battuta in casa da Venafro, Monopoli che cede a Taranto A.S.D. Benevento superata a Lanciano. Anche Mola perde, pur giocando una gran partita, in un PalaPoli gremito e festante per la promozione in Divisione Nazionale B della Gammauto Chevrolet Molfetta. Cestistica che resta, quindi, al penultimo in compagnia dell’ AP Monopoli a quota 14 punti. Trani conferma la settima posizione salendo a 24 punti.

Primo parziale:  

Coach Degni  parte con Di Napoli, Degni, Gambarota, Serino Sisto in quintetto. I bianconeri di coach Scoccimarro si presentano alla palla a due con Cancellieri, Raffaelli, Argento, Cupito e il centro Fucek. Partono meglio i padroni di casa, subito avanti con un mini-parziale costruito in lunetta dall’ala-centro Cupito, chiuso da un canestro dalla media dell’italo-argentino Raffaelli (7-1). Entrambe le squadre ruotano i quintetti e trovano punti dalla panchina: Defazio prende subito il posto di Serino, autore del secondo fallo personale in pochi minuti, e risponde alla grande con due canestri in fila. Per la Juvetrani Argentiero, subentrato a Cupito, va a segno con una tripla. Ci sono altri 4 punti di Defazio fino alla prima sirena, che arriva sul 18-16 Trani.

Bellino Mini Wide

Secondo parziale:

Il secondo periodo si apre con un nuovo tentativo di allungo dei padroni di casa, ancora a segno da 3 punti con Argentiero e da sotto con l’imponente centro di Buenos Aires Fucek. I bianconeri sembrano riuscire a controllare il vantaggio nell’ordine delle 10 lunghezze, grazie anche alla buona vena dal perimetro: ancora due bombe a referto, una di Cupito e l’altra, dello scatenato Argentiero. Ma la Cestistica non si perde d’animo e reagisce alla grande, piazzando un controparziale di 9-0, firmato da una fondamentale tripla di Degni e da 4 punti consecutivi di Di Napoli, che riequilibra la situazione fino al 35-32, punteggio su cui si va al riposo lungo.

Terzo parziale:  

Alla ripresa delle ostilità la Juvetrani parte forte con una bomba in avvio del play Cancellieri, ma è un fuoco di paglia: la Cestistica domina, soprattutto in difesa, la terza frazione e si appoggia in attacco su un Defazio decisamente ispirato. Il centro barlettano segna altri 6 punti salendo a quota 14. Ci sono anche punti di un buon Di Napoli, che appare più tonico rispetto al match perso con Lanciano, e la Cestistica si assicura il primo vantaggio del match. Un canestro di Falcone ed un 1/2 in lunetta di Di Napoli fissano il parziale al minuto numero 30 sul 45-49.

Quarto parziale:  

In apertura di ultimo quarto si vede, finalmente, Gambarota. L’ala va a segno con un gioco da 3 punti che regala il +7 a Barletta, aprendo al meglio la frazione finale. Trani non ci sta e Raffaelli risponde trasformando un altro gioco da 3 punti e realizzando un tiro dalla media, dopo 2 punti di Sisto. Dopo due liberi di Fucek è il solito Argentiero a rimettere a posto le cose per i padroni di casa: il tiratore segna la sua quarta tripla e ridà un punto di vantaggio ai suoi (57-56). Pari 57 dopo ancora un libero su due di Di Napoli, oggi con qualche insolita difficoltà in lunetta (solo 56% in serata). A 3 minuti dal termine punteggio fissato sul 61-60 dai canestri di Cancellieri prima e Gambarota poi: a questo punto Trani inizia ad andare a segno con vari viaggi in lunetta, nonostante qualche errore di troppo. Un prezioso rimbalzo offensivo di Argentiero, dopo il suo stesso errore, frutta un altro importante possesso offensivo ai bianconeri: sotto di 5 la Cestistica prova a concludere da fuori con Degni, ma il tiro non va dentro e dall’altro lato un gioco da 3 punti di Lucas Raffaelli chiude i conti. Finisce 69-62.

Sconfitta che lascia l’amaro in bocca ai ragazzi di coach Degni, sempre in partita e superati solo nel finale da un avversario più concreto. Miglior uomo in casa Cestistica il sorprendente Defazio, autore di 15 punti con l’88% di realizzazione e 6 rimbalzi. 15 punti anche per Di Napoli, 7 con 3 rimbalzi dalla panchina per Chiandetti, 8 punti e ben 10 rimbalzi per Sisto. Si ferma a 6 punti Gambarota, 5 Degni, 4 Serino. Per la Lotti Juvetrani il migliore è Argentiero: pesantissime le sue 4 triple a referto nonostante l’1/5 in lunetta, segna 13 punti partendo dalla panchina. 14 punti, 3 assist, 5 falli subiti del solito Raffaelli, ma anche 0/5 dalla lunga distanza. Ottima prova sotto canestro per il lungo italo-argentino Daniel Emiliano Fucek: 10 punti, 7 rimbalzi (4/5 dal campo , 2/2 tl) nonostante soli 25 minuti sul parquet.

Domenica prossima, per l’ultimo impegno casalingo di stagione regolare, al PalaDisfida arriva la Bcc Valle Trigno Vasto, temibile formazione abruzzese in lotta per il secondo postoTutto ancora da decidere in chiave salvezza a due giornate dal termine.

Betland mini wide

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Top Boss Betland

Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

PROMO mini
Betland mini wide
Zerodue Mini Wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

Bellino Mini Wide