Dietro la partita: il post-Prato

 

Difficile pensare ad un risultato del genere, dopo quattro partite senza gonfiare la rete avversaria. Il Barletta batte 3-0 il Prato e si conferma in zona playout, in coabitazione con la Carrarese a 20 punti. Fanalino di coda il Sorrento, fermo a 17 e in svantaggio negli scontri diretti con biancorossi e toscani.

Zerodue Mini Wide

Notevole passo avanti sul piano della classifica, soprattutto in vista del match del 28 aprile allo stadio dei Marmi. Ma non solo: la netta affermazione di ieri pomeriggio sancisce l’ottima preparazione della gara da parte di Orlandi, che indovina cambi e riconferme all’indomani del ko di Pagani. Riscattata, dunque, la prestazione opaca del Marcello Torre e conquistata la prima vittoria della gestione tecnica.

[quote_left]Difesa compatta, bene Romeo[/quote_left]

Il tecnico lombardo conferma il 3-4-1-2 con Dezi punto di raccordo tra mediana e attacco. In difesa titolari Di Bella sul centrosinistra e Camilleri al centro, ma sul centrodestra Romeo ruba il posto a Burzigotti. Scelta che premia i biancorossi: il 24enne centrale ex Lecce garantisce maggiore rapidità nel contrasto e nell’anticipo, si allarga sulla corsia esterna per raddoppiare con Molina e non teme l’intervento in area. Ospiti raramente pericolosi, soprattutto sul disimpegno errato di Camilleri, ma mai grazie alle folate per vie esterne.

[quote_right]Centrocampo tutto corsa e qualità[/quote_right]

A centrocampo notizie positive dagli esterni. Dopo il flop di otto giorni fa, Pippa torna su buoni livelli e dà ragione ad Orlandi, che sceglie di riconfermarlo. In crescita anche Molina, uno dei pochi positivi in Campania. Esposito sceglie di attaccare centralmente, entrambi i laterali alternano una buona fase offensiva ad un buon rientro sulla linea della retroguardia. In mezzo al campo, performance d’alta classe per Allegretti e Prutsch: il primo orchestra la manovra alla perfezione e timbra il cartellino con una punizione magistrale, il secondo si butta negli spazi e sfiora ripetutamente la rete, prima di sfornare l’assist in contropiede per il 3-0 di Dezi.

[quote_left]Sale Dezi, ma che Cicerelli![/quote_left]

Lo stesso Dezi sale in cattedra dopo numerose prestazioni a dir poco opache. Nonostante non abbia ancora raggiunto l’apice delle sue capacità, il ruolo di trequartista, alternato alla posizione di mezzala sinistra, porta beneficio in fase di contenimento e favorisce le verticalizzazioni per il reparto avanzato, che trova in Cicerelli uno splendido terminale. Il baby aggregato dalla Berretti lavora sulle triangolazioni con il centrocampo, ruba palla e fa ripartire l’azione. L’assist per il primo gol è una perla tra istinto ed immediata lettura del contropiede.

[quote_right]Si sblocca il centravanti[/quote_right]

Infine, la nota più lieta: dopo 170 giorni torna al gol un attaccante. La Mantia entra nella lista dei marcatori dopo FrosinoneBarletta 3-1 del 26 ottobre. Cinque occasioni per una rete, un dato che dimostra i limiti oggettivi del centravanti, ma anche tante sponde per il partner d’attacco e il fantasista. Buon gioco anche nella protezione della sfera, che permette alla squadra di salire e sostenere la fase offensiva.

Successo netto che promuove tutti, ma ai playout mancano ancora 270 minuti. Le tre reti rappresentano una buona iniezione di fiducia, indispensabile per affrontare al meglio Carrarese, Viareggio e Benevento. Domenica prossima il campionato si ferma prima delle ultime tre giornate: i biancorossi sono chiamati al rush finale, probabilmente con un centravanti più in palla rispetto agli ultimi mesi.

 

Betland mini wide

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Top Boss Betland

Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

Zerodue Mini Wide
Bellino Mini Wide
Free Tour mini wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

PROMO mini