L'angolo di Lelio – IV puntata

NATI PER ESSERE VIVI
Prosegue la cura-Orlandi per il Barletta

di Lelio Della Duchessa

Il mio primo pensiero va a Francesco Mazzarani e famiglia. Permettetemi di rivolgere loro le più sentite condoglianze. Forza Roscio, la squadra ha bisogno di te, torna presto.

Tornando al calcio giocato, prosegue la crescita caratteriale del Barletta. Ottima l’interpretazione di gara da parte di Allegretti e compagni. Non inganni la traversa, colpita da Taormina, nell’unico tiro in porta, effettuato dai cugini. Occasione, nata da un nostro errore, altrimenti, l’Andria non sarebbe stata capace di creare neanche quella. Sognava di asfaltarci il patron andriese Depasquale, ma forse, farebbe bene ad accendere un cero in onore di San Riccardo. Sportivamente, eh…

Zingrillo mini wide

Ci sono diverse tipologie di pareggi; quelli agguantati con molta fortuna, quelli senza né arte né parte e quelli che assomigliano a vittorie mancate. Il pareggio di Andria rientra nell’ultima tipologia, dove, solo per la mancanza di un bomber di razza non abbiamo conquistato l’intera posta in palio. Ho molta fiducia sia in Barbuti, sia in La Mantia e resto dell’idea che entrambi esploderanno, augurandoci che, ad esplodere per la rabbia, non sia l’animoso tifoso barlettano. Apro una piccola parentesi sull’ex Castellani; è un peccato che non faccia più parte del Barletta, perchè il ragazzo ha qualità fisiche e tecniche notevoli.

Ho seguito il Barletta sia in casa, sia in trasferta e devo dire che, neanche dopo la splendida vittoria del Curi contro il Perugia, mi aveva impressionato come nelle ultime due partite. La cosa che risalta è la convinzione con la quale la squadra scende in campo, consapevole di poter dire la sua fino all’ultimo minuto dell’ultima giornata di campionato.

Il giorno del giudizio è domenica prossima, in occasione dello spareggio contro il Sorrento, squadra che annovera tra i suoi ranghi, atleti come Corsetti, Tortolano, Musetti e Bonomi. Dobbiamo solo vincere, altri risultati non devono neanche essere presi in considerazione. Sarebbe un suicidio sportivo.

Un tempo, era mia abitudine, fumare un sigaro toscano, accompagnato da un bicchiere di whisky Single Malt, per festeggiare la vittoria del Barletta. Il pelo l’ho già perso, ragazzi, non fatemi perdere anche il vizio! Per l’importantissimo evento, vi invito tutti al Puttilli; io ci sarò, nell’ombra, come sempre, ad incitare la mia squadra.

I tifosi biancorossi sono nati per essere vivi e mai smetteranno di credere nella salvezza. Il Barletta è nato per essere vivo, e nessuno deve permettersi di considerare la squadra già morta. Ad Andria qualcuno lo aveva fatto, ma ha dovuto mestamente ricredersi.

Vero, Depasquale? Sportivamente, eh…

Forza Barletta, sempre!

 

In questi mesi di lavoro e conoscenza con voi utenti, abbiamo riscontrato tanta passione spesso accompagnata ad una sapienza ed una competenza da veri esperti.
Tra i tanti utenti ci siamo sentiti di selezionarne uno per dare il via ad un’esperienza che coinvolga voi lettori in prima persona, con l’obiettivo finale di trasformarvi in redattori.

 

Inviateci i vostri pezzi alla mail [email protected] e collaborate con noi per fare di questo portale un luogo in cui potervi esprimere appieno.

BarlettaSport.it
BIANCOROSSO A TUTTO CAMPO

Betland mini wide

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Zingrillo Top Boss Articoli e Categorie

Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

Bellino Mini Wide
Brainwave Skyscraper
Brainwave Mini Wide Post
Free Tour mini wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

PROMO mini