Settimo successo per la Cestistica

Fondamentale affermazione casalinga per la Naurora Cestistica Barletta, che ottiene il settimo successo stagionale davanti al caloroso pubblico del PalaDisfida. La squadra del Presidente Mario Criscuoli si è imposta con il punteggio di 76-61 sul C.U.S. Ionico Bk Taranto al termine di un match dai due volti, che i ragazzi di coach Degni sono riusciti a ribaltare nella seconda metà. Due punti preziosissimi in ottica salvezza, che permettono di guardare con ottimismo agli ultimi impegni di una stagione regolare in cui regna l’incertezza in classifica: la Cestistica sale a 14 punti agganciando le sconfitte Monopoli Benevento. Vince a sorpresa (contro Vasto) anche il fanalino di coda Delta Salerno, che contribuisce ad accorciare ulteriormente la classifica salendo a 12 punti. Tarantini raggiunti in classifica da Trani a quota 22 punti.

Primo parziale:  

Alla palla a due è Serino a partire in quintetto al posto di Defazio; con lui Di Napoli, Degni, Gambarota Sisto. Il coach ionico Nicola Leale  sceglie Giuffrè, Sarli, Fanelli, Moliterni Leoncavallo. In avvio poche emozioni e mani ancora fredde: entrambe le squadre sbagliano molto e il punteggio resta basso. Taranto avanza con 7 punti del centro Leoncavallo, che segna in transizione sfruttando il lento rientro difensivo dei padroni di casa. La guardia Sarli inizia bene al tiro con una tripla e due liberi, per i biancorossi a segno proprio Serino con una bella schiacciata su assist di Sisto Gambarota (4 punti). Vantaggio ospite sul 12-16 alla prima sirena.

PROMO mini

Secondo parziale:

Il secondo quarto inizia male per i padroni di casa che, dopo la seconda tripla di Sarli e 4 punti del lungo neo entrato Valentini, sprofondano a -12 (16-28). I biancorossi continuano a faticare in attacco poi, finalmente, si sbloccano con Di Napoli a segno in penetrazione e dalla media distanza. Ma l’inerzia del match è nelle mani del C.U.S.: il nuovo allungo è propiziato dalla terza bomba dello scatenato Sarli, a segno anche con due liberi e già a quota 13 punti.    Dopo un pò di confusione nel finale si va al riposo lungo sul punteggio di 29-38. Cestistica in leggera ripresa, più fluida in attacco, ma gravemente limitata nelle rotazioni dei lunghi: il centro Defazio, subentrato nella prima frazione, è già gravato di 4 falli (un paio discutibili).

Terzo parziale:  

I biancorossi confermano le buone cose mostrate nel finale della prima metà di partita ed entrano determinati in campo dopo l’intervallo. Di Napoli prende in mano l’attacco distribuendo assist e attaccando il canestro: realizza 10 punti nel parziale con due triple, una da distanza siderale, e 4 tiri liberi, poi manda a canestro Gambarota per il sorpasso sul 52-51, punteggio che chiude la penultima frazione di gioco. Taranto, a segno con soli 13 punti nel periodo, si vede raggiunta e superata da un avversario rigenerato, preciso nelle chiusure difensive e finalmente ordinato in attacco; a tradire le aspettative degli ospiti anche una prestazione del tutto incolore del play-maker Giuffrè, ancora a quota nelle caselle punti e assist.

Quarto parziale:  

L’ultima frazione di gioco inizia con la Cestistica avanti di una sola lunghezza, ma con l’inerzia ora a favore, rispetto ad un avversario scarico e con Fanelli, Moliterni Giuffrè alle prese con problemi di falli. Il parziale è nell’aria e non si fa attendere: la Cestistica mette praticamente la parola fine al match dopo soli 5′ di gioco, quando una tripla di Degni completa un devastante filotto di 16-0. Nell’allungo ci sono altri 5 punti di Di Napoli e 4 di Gambarota. Sul 68-51 a 5′ dalla fine, conta solo controllare gli ultimi tentativi di rimonta ospite, ma è il solo Sarli a predicare nel deserto: va a segno dalla media e con altre due triple. Serve a poco se non a rendere meno amara la sconfitta, che arriva con il risultato finale di 76-61. 

Bella prova di squadra per i ragazzi di coach Degni, in difficoltà per due quarti, ma bravissimi a reagire anche alla pressione di dover vincere a tutti i costi. Migliore in campo Fabio Di Napoli: il play biancorosso ha dato, con le sue giocate, il via alla rimonta. Per lui 24 punti (7/13 , 2/3 da 3 , 8/11 tl) , 4 assist, 4 rimbalzi e 8 falli subiti. Grande partita di Serino, partito in quintetto: 12 punti, 7 recuperi, 6 rimbalzi. 14 punti col 60% al tiro per il solito Gambarota doppia-doppia per Sisto: 10 punti 10 rimbalzi più 3 assist. 100% di realizzazione e 9 punti per Degni, 5 per Defazio, per Falcone. Al C.U.S. Taranto non basta la prestazione maiuscola di Arcangelo Sarli, a segno con 26 punti e un notevole 6/7 al tiro da 3. 16 punti, 9 rimbalzi di Leoncavallo. Deludono Fanelli (7 punti) e soprattutto Giuffrè: addirittura a secco in punti ed assist in 29 minuti.

Soddisfazione anche tra il pubblico esaltato dalla generosa prestazione offerta dai biancorossi e festante a fine partita. Necessario adesso rimettersi subito al lavoro e sfruttare la settimana di riposo: la classifica non da spazio ad errori, il margine tra zone basse e alte in graduatoria è ridottissimo e il calendario riserva, per la prossima giornata, l’impegno più duro; la prima delle 5 finali sarà giocata al PalaPoli di Molfetta (tra due domeniche), contro la capolista.

 

I TABELLINI

Naurora Calzature Barletta – C.U.S. Ionico Bk Taranto 76-61

Parziali: 12-16, 17-22, 23-13, 24-10

BARLETTA –  Sisto 10, Gambarota 14, Di Napoli 24, Serino 12, Degni 9, Chiandetti , Defazio 5, Falcone 2 n.e.: Balducci, Miolla.
Coach: Degni Luigi
TARANTO –  Sarli 26, Leoncavallo 16, Fanelli 7, Giuffre’ 0, Moliterni 2, Valentini 6, Greco 4, Salerno 0, Appeso 0 n.e.: Stola
Coach: Leale Nicola

Arbitri: Vitanostra Savino, Pellegrini Pasquale

PalaDisfida “M.Borgia”
Presenze: 700 circa

Betland mini wide

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Zingrillo Top Boss Articoli e Categorie

Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

Bellino Mini Wide
Brainwave Skyscraper
Bagni Teti Wide Small
Betland mini wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

PROMO mini