La Cestistica cede a Maddaloni

Sul difficile e ancora inviolato campo di Maddaloni (Ce), arriva una sconfitta per la Cestistica Naurora Barletta, la quattordicesima stagionale a fronte di sei vittorie. I biancorossi di coach Degni cedono il passo ai padroni di casa del S. Michele Maddaloni con il punteggio di 81-62. Bissata, quindi, l’affermazione ottenuta dai campani, dopo 5 minuti supplementari, al PalaDisfida. Con questo successo Maddaloni si arrampica al terzo posto in classifica a quota 26 punti, gli stessi di Magic Team Benevento, mentre la Naurora Cestistica Barletta resta a quota 12 con il solo Delta Bk Salerno alle spalle, stante la vittoria casalinga dell’ A.S.D. Pall. Benevento, che abbandona la penultima piazza, e complica ulteriormente la corsa salvezza. Esito del match quasi mai in discussione, con i padroni di casa che controllano le operazioni e rintuzzano i tentativi di rimonta ospite, culminati con il -4 firmato da Chiandetti a metà della terza frazione.

Primo parziale:  quintetti base composti da Di Napoli, Degni, Gambarota, Sisto Defazio per Barletta; Desiato, Ferrante, Chiavazzo, Piscitelli Rusciano per Maddaloni. Sebbene il primo canestro sia biancorosso, un’entrata di Gambarota, il primo quarto è tutto dei padroni di casa che, dal punteggio di 9-6, piazzano un impressionante parziale di 14-0 che chiude la frazione sul punteggio di 23-6. Cestistica imprecisa in attacco e in balìa degli avversari, che bucano la difesa biancorossa con 3 triple dei tiratori Chiavazzo (2) Ferrante.

Secondo parziale:  la seconda frazione inizia con le seconde unità in campo e vede la Cestistica sprofondare fino al massimo svantaggio di -22 (36-14) dopo i canestri proprio delle riserve D’Isep, Formato Garofalo. I biancorossi provano a scuotersi e a reagire: i punti arrivano, fino a fine quarto ce ne sono 10 di Sisto 5 a testa per Serino Falcone, entrato bene dalla panchina. Con la Cestistica in rimonta, i primi 20 minuti di partita si concludono sul punteggio di 40-28 e i biancorossi che intravedono possibilità di aggancio dopo il primo quarto shock.

Terzo parziale:  ottimo rientro dall’intervallo lungo per la formazione ospite, subito a segno con Serino e Chiandetti, con la tripla del -7, propiziata dalla seconda palla recuperata di Sisto. I padroni di casa non si scompongono e riprendono a macinare canestri con il loro miglior uomo Chiavazzo, a segno con 4 punti di fila, e con il lungo Piscitelli in gran serata al tiro medio-lungo; ma l’attacco biancorosso continua a funzionare e la seconda tripla del quarto di Chiandetti, a metà frazione, consegna un sorprendente -4 a Barletta, tornata definitivamente in partita. In questa fase di gioco viene fuori il motivo per cui i biancazzurri della provincia di Caserta sono ancora imbattuti in casa: 3 triple pesantissime nello spazio di un minuto messe a segno da Ferrante, Desiato e Piscitelli: una reazione veemente per ricacciare subito indietro gli ospiti e scaldare nuovamente l’ambiente di casa. +14 che diventa +8 dopo le triple di Gambarota e di un Di Napoli non nella sua miglior serata, poi due liberi di Chiavazzo per il 61-51 alla terza sirena.

Quarto parziale:  gli ultimi tentativi di aggancio durano fino a metà dell’ultimo periodo. I biancorossi non riescono a scendere sotto le 9 lunghezze di svantaggio, dopo una penetrazione di Falcone (66-57), poi l’episodio che chiude definitivamente i giochi: 2 falli tecnici consecutivi a carico di Nicola Degni, trasformati perfettamente in punti, con un 4/4 in lunetta, dal freddo Desiato. 70-57 a 6′ dalla fine e, da questo momento, tanti errori e un pò di scoramento tra le fila biancorosse, consentono alla formazione di casa di aumentare il vantaggio fino all’ 81-62 sancito dall’ultima sirena.

Prestazione individuale di grande spessore per Francesco Chiavazzo: l’ala di Maddaloni è il migliore in campo e chiude con 24 punti, 7 rimbalzi, 5 assist 5 recuperi. Ottime anche le sue percentuali di tiro, con il 100% di realizzazione da 2 e 3 triple a segno su tentativi. Gran prova e doppia-doppia da 16 punti 12 rimbalzi per il lungo Piscitelli (7/92/4 da 3) e 16 punti, con 4 assist, anche per il play Desiato. Tra i biancorossi in doppia cifra Sisto, ancora una volta miglior realizzatore in casa Cestistica, che sfiora la doppia-doppia con 16 punti 9 rimbalzi e ben 16 conclusioni tentate in 38′ sul parquet. Doppia cifra anche per un ottimo Gianluca Serino, autore 12 punti, 3 rimbalzi, 2 stoppate; 8 punti e 2 triple per Chiandetti, 7 punti di Gianfranco Falcone. Non pervenuto Degni (1 punto), prove opache per Di Napoli Gambarota, 8 6 punti. 4 punti, 3 rimbalzi in 14 minuti per il centro Defazio.

Sconfitta preventivabile quella odierna, contro un avversario ambizioso e di grande spessore, che costruisce gran parte della sua classifica negli incontri casalinghi: 10 su 10 e rincorsa ai piani altissimi della classifica che continua per il S. Michele Maddaloni. Fondamentale, per la Cestistica, dimenticare al più presto il passo falso e fissare l’attenzione, già dal prossimo allenamento, sul match casalingo della ventunesima giornata: il derby pugliese contro il  C.U.S. Ionico Bk Taranto.

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


YELL!

Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

Free Tour mini wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse