Delusione Cestistica, sconfitta a Molfetta

Si conclude con una sconfitta dal passivo pesante la trasferta dei biancorossi della Naurora Barletta. I barlettani escono sconfitti dal PalaPoli dopo il derby contro la Gammauto Chevrolet Molfetta, che prevale con il punteggio di 96-68 frutto di un match senza storia agevolmente controllato dall’inizio alla fine. La formazione di coach Gesmundo riesce, così, a mantenere l’imbattibilità casalinga e a confermarsi capolista del girone di Divisione Nazionale C salendo a quota 36 punti. Invariato il distacco sulle inseguitrici e dirette pretendenti al primo posto in classifica Vasto Maddaloni, rispettivamente a 32 30 punti. Resta difficile la situazione della Cestistica, penultima e ferma a 14 punti, 2 più del fanalino Salerno, ma stessi dell’ AP Monopoli, sconfitto in quel di Vasto. L’ A.S.D. Pall. Benevento si aggiudica l’importantissima sfida salvezza sul campo di Mola e abbandona il penultimo posto in graduatoria.

Primo parziale:  Novità in casa Cestistica al via, con Chiandetti schierato in quintetto da coach Degni al posto di Gambarota, affiancato da Di Napoli, Degni, Serino Sisto. Molfetta lascia inizialmente il temibile Corvino in panchina e parte con due guardie in quintetto, Grimaldi Di Lauro, l’ala Teofilo e i due lunghi De Falco Candido. Al via i biancorossi riescono a restare in scia ai padroni di casa, grazie al buon impatto di Serino a segno con 4 punti e a qualche errore dell’attacco di casa. A metà quarto fa il suo ingresso in campo Corvino che imprime un nuovo ritmo all’attacco e va subito a segno con 5 punti. I padroni di casa prendono 10 punti di vantaggio alla fine della prima frazione, caratterizzata anche da uno straripante Teofilo a referto con 9 punti. 22-12 alla prima sirena.

PROMO mini

Secondo parziale:  I secondi 10′ di gioco si aprono con una bomba di Gambarota e la pronta risposta di Corvino, ma la Cestistica lavora bene sotto canestro e produce punti anche con Sisto Falcone dal perimetro, rientrando a -5. La capolista mostra i denti e torna a comandare le operazioni con l’asse Teofilo-Corvino. I due combinano per 16 punti nei primi 5′ minuti e restituiscono ai compagni un vantaggio in doppia cifra (40-28). Il margine di sicurezza casalingo sale fino al +18 dopo una tripla di Grimaldi. La Cestistica prova a tornare in partita e ci riesce parzialmente, andando al riposo lungo sul 49-35, ottenuto con i punti di Gambarota, Sisto e Serino.

Terzo parziale:  Ad inizio terzo quarto, più precisamente nei soli primi 3 minuti del parziale, la Gammauto Chevrolet mette a segno un gran parziale di 13-2 che, di fatto, chiude il match costringendo i biancorossi a 25 punti di svantaggio. Tanti errori al tiro e numerose palle perse a carico degli ospiti permettono ai padroni di casa di prendere il largo. 7 punti nel parziale di Nicola Degni consentono alla Cestistica di rientrare sul -16, ma il passivo è destinato a riallargarsi causa un nuovo parziale biancazzurro. La terza sirena suona sul punteggio di 76-49. Protagonisti dell’ultimo strappo il lungo Lombardo, preciso nelle conclusioni in lunetta, e il play-guardia Di Lauro.

Quarto parziale:  L’ultimo parziale viaggia all’insegna della tranquillità per i padroni di casa, saldamente in controllo del match, che lasciano spazio, nei minuti finali, anche ai giocatori più giovani. Da segnalare in questo senso, per la Cestistica, l’ingresso in campo, impreziosito da punti a referto, del giovane Balducci. I minuti finali servono solo alle statistiche e a definire il punteggio finale di 96-68, dopo che Molfetta si era trovata avanti anche di 30 lunghezze.

La Cestistica perde il suo quindicesimo match stagionale a fronte di sette vittorie. Una sconfitta, quella del PalaPoli, abbastanza preventivabile: vincere su un campo ancora inviolato di fronte ad un team e ad un pubblico che vedono avvicinarsi il sogno della promozione in DNB, sarebbe stata un’impresa. Buone prestazioni individuali tra le fila biancorosse per Sisto, il migliore con 19 punti e alte percentuali di tiro (9 su 12 dal campo) più 6 rimbalzi, Gambarota con 15 punti Serino, in doppia cifra con 11 punti. Molto deludente Di Napoli, autore di soli 3 punti nonostante i 14 tiri presi (1/14 e 7% di realizzazione). 9 punti di Degni, 5 di Falcone, a testa per Defazio, Chiandetti e Balducci.
Tra i padroni di casa prestazioni di consueto spessore individuale per Teofilo Corvino, ma ottimi i contributi anche di Lombardo, Grimaldi e Di Lauro. Teofilo, autore della solita prova a 360 gradi, è il miglior marcatore con 21 punti, 6 rimbalzi, 3 assist. Corvino mette a segno 4 triple su 5 tentativi per i totali 16 punti con 3 assist in 22 minuti sul parquet. 17 punti con 9/10 ai liberi per il centro Lombardo. Anche Grimaldi Di Lauro vanno in doppia cifra a quota 11.

Dopo la sosta nella prossima domenica di Pasqua, il campionato riprenderà domenica 7 aprile, con il PalaDisfida che sarà teatro di un fondamentale impegno casalingo per la Naurora Cestistica Barletta contro gli abruzzesi della Bls Banca Lanciano.

PROMO mini
PROMO mini