Gubbio, lavagna tattica

Il tecnico Sottil non sta attraversando il miglior momento della stagione e nelle ultime partite sta cercando di ottenere il massimo con vari cambi di modulo. Nelle ultime tre partite disputate dagli umbri, l’allenatore ha optato per tre diverse disposizioni tattiche. Nella gara di Pisa, persa per 1 a 0, il Gubbio è sceso in campo col 3-5-2. Con la Paganese è stato scelto il 4-3-3. mentre nell’ultima uscita col Benvento il modulo tattico prescelto è stato il 4-1-4-1.

Sottil sembra voler tornare a quanto visto col Pisa e col Barletta dovrebbe riproporre il 3-5-2 che, all’occorrenza, si trasforma in un 5-3-2 con gli esterni di centrocampo pronti ad arretrare all’altezza della linea di difesa.

PROMO mini

Tra i pali giocherà Venturi. I tre difensori centrali saranno con molte probabilità Briganti, Radi e Bartolucci. Il primo si posizionerà a centro-destra, il secondo al centro e Bartolucci centro-sinistra. I terzini, coloro ai quali sono affidate le “chiavi” di questo modulo sono Cancellotti e Belfasti, rispettivamente a destra e a sinistra. E’ a loro che Sottil si affida per avere quella spinta necessaria a creare la superiorità numerica in fase d’attacco e per difendere in 5 quando la palla sarà tra i piedi dei biancorossi.

In mediana ci va Boisfer. Assieme a lui, nel pacchetto di centrocampo, agiranno Malaccari e Palermo. Il primo nel ruolo di ala destra. In avanti spazio al duo Galabinov – Di Piazza, che ha realizzato complessivamente otto reti fino a questo momento. Il primo ha messo a segno 7 reti in questa stagione, mentre Di Piazza è andato a segno solo in una occasione.

PROMO mini
PROMO mini