Girone B, il punto

Resta tutto inalterato in coda alla classifica. Il Barletta staziona ancora al penultimo posto, nonostante la sconfitta col Gubbio. La Carrarese, infatti, continua a procedere col freno a mano tirato e perde a Prato per 2 a 1. A quota 16, con 2 punti in più dei biancorossi, c’è il Sorrento. I campani perdono per 2 a 1 a Viareggio.

Le altre due formazioni che restano in zona playout, assieme alle tre “cenerentole”, sono l’Andria e la Paganese. I biancazzurri pareggiano col Benevento per uno a uno, mentre la Paganese fa zero a zero a Pisa ed entra in zona playout con i suoi 27 punti. Va ricordato, però, che la Paganese deve recuperare una partita (contro la capolista Latina, ndr).

PROMO mini

Il Gubbio, in forza del successo sul Barletta si trascina fuori dalla zona calda. La classifica è cortissima: tra la quinta e la quintultima ci sono appena sette punti. Un passo falso può immediatamente far precipitare chiunque nel limbo playout. Non osano più di tanto la Nocerina ed il Catanzaro, che fanno uno pari e mantengono inalterate le proprie posizioni. Con lo stesso punteggio si chiude il big match di giornata, quello tra Avellino e Perugia: zona playoff per entrambe, con i lupi che seguono a ruota il Latina.

La sorpresa di giornata è la sconfitta della capolista. Il Latina perde il derby laziale col Frosinone, ed i ciociari rientrano prepotentemente in zona playoff. Un blackout, quello della formazione di Pecchia, che arriva dopo una lunga serie di risultati utili consecutivi e che quindi può essere giustificato. Il margine sull’Avellino si riduce ad un punto, ma i laziali devono recuperare la gara con la Paganese. Bene il Frosinone: l’attacco è uno tra i meno prolifici della zona alta della classifica, ma questa volta il pacchetto avanzato di Stellone ha dimostrato di essere all’altezza della situazione.

PROMO mini
PROMO mini