La Cestistica travolge Mola

Missione compiuta: al PalaDisfida la Naurora Barletta torna ad imporsi in campionato aggiungendo 2 punti e nuova linfa alla sua classifica. A farne le spese i biancazzurri della Geofarma Mola, surclassati con il punteggio di 88-62 che permette, grazie ai 26 punti di scarto, anche di passare in vantaggio negli scontri diretti, dopo che la formazione di coach Lotesoriere si era imposta all’andata di 17 lunghezze. Tutto grasso che cola nell’ottica di una classifica cortissima che vede ben 5 squadre in 2 punti a contendersi le piazze tra la nona e la tredicesima, con il fanalino di coda Salerno in grande crescita, ad una sola vittoria dal duo Barletta – A.S.D. Pall. Benevento. Mola, in partita nel solo primo parziale, nulla ha potuto di fronte alla verve agonistica messa in campo dai ragazzi di coach Degni, padroni del match già da metà del penultimo periodo. Pesantissima, inutile negarlo, per gli ospiti l’assenza, causa brutto infortunio alla testa, dell’esperto capitano italo-canadese Frank Mazzotta, giocatore più rappresentativo del team pugliese e principale riferimento offensivo con quasi 18 punti di media.

Primo parziale:  

al via questi i quintetti: per la Cestistica campo al rodato quintetto composto da Di Napoli, Degni, Gambarota, Sisto Defazio. Lotesoriere, privo del suo capitano Mazzotta, schiera Rotolo, De Bellis, Ciocca, Carulli e Luigi Brunetti. Squadre imballate nel corso dei primi 10′ di gioco, attacchi imprecisi e punteggio che non decolla. Buon inizio di Gambarota, che segna una tripla ad aprire le danze, e Defazio, autori di e punti nel parziale. Per gli ospiti va a segno da tre l’ala-pivot Carulli e il play-guardia De Bellis con 6 punti. Vantaggio ospite sul 15-18 alla prima sirena.

PROMO mini

Secondo parziale:  

il secondo quarto parte con la seconda tripla di un ispirato Carulli (4/5 da tre totale) che regala il +6 alla Geofarma, ma la Cestistica risponde alla grande, griffando un parziale di 13-0 che rimette in piedi il match e caccia indietro gli avversari, sotto a metà parziale di 7 lunghezze. Prossimi alla fine del periodo, con il punteggio di nuovo in equilibrio grazie al protagonista assoluto Carulli, che mette a segno la terza tripla della sua gara, avviene un episodio chiave: l’estroso play De Bellis viene estromesso anzitempo dal match per doppio tecnico e conseguente espulsione. Doccia fredda per Lotesoriere e i suoi, già privi di Mazzotta, costretti ora a rotazioni sensibilmente rimaneggiate. Dopo una tripla dall’angolo di Degni e 4 punti di Sisto, arriva il 4/4 ai liberi di Di Napoli, che inizia a scavare il solco sul match: si va al riposo sul 39-30.

Terzo parziale:

alla ripresa delle ostilità si mette in proprio il forte lungo avversario L.Brunetti, firmando un parziale di 7-0 che riporta Mola sotto di 2. Pronta risposta dei biancorossi con Degni che infila altre due triple. Gli ospiti provano a rimanere a galla con le conclusioni dal perimetro: ci sono altri 5 punti di Carulli e una tripla di Rotolo, ma l’allungo Cestistica non si fa attendere. Negli ultimi 4′ della terza frazione Gambarota e Di Napoli, l’uno con le sue giocate, l’altro con estrema freddezza in lunetta, spingono i padroni di casa fino al +17 del minuto numero 30. Punteggio 64-47.

Quarto parziale:  

con l’obiettivo vittoria in pugno, un vantaggio di 20 lunghezze e un avversario decimato, carico di falli e nervoso (dopo l’espulsione di De Bellis anche Ciocca va fuori per falli tra i fischi del PalaDisfida), diventa importante per la Cestistica provare a ribaltare la differenza canestri negli scontri diretti. La sconfitta patita all’andata in quel di Mola di Bari, portò un passivo di 17 lunghezze che i biancorossi sono intenzionati a cancellare. Ne è la prova l’atteggiamento mai rinunciatario dei 5 in campo, che continuano a dare tutto e di più fino al suono dell’ultima sirena. Per gli ospiti va a segno praticamente il solo L.Brunetti, che arrotonda le sue statistiche, mentre in casa Cestistica raggiungono la doppia cifra, oltre a Sisto e Gambarota, anche Di Napoli, Chiandetti Defazio. L’incontro si chiude sull’ 88-62.

Vittoria doveva essere e vittoria è stata, condita da una prestazione convincente di tutto il collettivo, che fa ben sperare per i prossimi 7, fondamentali, impegni di stagione regolare. Tutti protagonisti in positivo all’interno del successo, come testimonia il tabellino: miglior marcatore Marco Sisto, autore di 16 punti, 9 rimbalzi 6 falli subiti in 38 minuti di gioco, nei quali è spesso cercato come prima opzione offensiva dai compagni. Gran prova di Gambarota (14 punti) e, nonostante lo scarso minutaggio, Defazio, che firma 12 punti 4 rimbalzi. Fondamentali innesti dalla panchina i soliti Falcone Chiandetti, quest’ultimo in doppia cifra con 11 punti. Ce ne sono 15 silenziosi per il solito Di Napoli, glaciale dalla linea della carità (9/10) e 3 triple piu 3 assist per Nicola Degni. Per la Geofarma i migliori sono i due lunghi Carulli Brunetti, autori di 16 19 punti. Per Brunetti anche 9 falli subiti 8 rimbalzi.

Prossimo impegno domenica 3 marzo: la difficilissima trasferta, prevista per il ventesimo turno di campionato, sul campo ancora inviolato di Maddaloni.

PROMO mini
PROMO mini