La Cestistica si scioglie nel finale

Prosegue, con l’anticipo del diciottesimo turno di campionato, il digiuno della Naurora Barletta lontano dal PalaDisfida. I biancorossi di coach Degni privi dell’infortunato Fabio Di Napolitornano a casa a mani vuote dopo la sconfitta per 85-77 rimediata contro i padroni di casa della Pall. Città di Airola. Il match, in sostanziale equilibrio e privo di strappi incolmabili per tutti i 40 minuti, si decide nel finale, concitato, in cui alcune palle perse dai biancorossi e qualche fallo evitabile indirizzano la partita verso i padroni di casa. Ennesimo boccone amaro per i ragazzi della Cestistica, autori di un’altra prova generosa vanificata nei minuti finali. La classifica resta deficitaria: penultimo posto e 10 punti. Airola, invece, sale a 20 punti e aggancia Taranto ad un sorprendente quinto posto.

Primo parziale:  Gino Degni non può disporre del suo play-maker Di Napoli, fermo ai box per un infortunio muscolare rimediato in settimana, e promuove in quintetto Falcone accanto ai soliti Degni, Gambarota, Sisto Defazio. Il quintetto di coach Patrizio è: Errico, Di Marzo, Moccia, Falzarano, Del Vecchio. A meno di due minuti dal via, la Cestistica è già in difficoltà con i falli, con il lungo Defazio a quota 2 e costretto a sedersi in panchina, lasciando spazio a Serino. Dopo un inizio favorevole ai padroni di casa, la Cestistica reagisce bene e, con un parziale di 0-10, si porta sull’ 8-13. In vantaggio di 5 lunghezze (15-20) al minuto numero 7, Barletta subisce il ritorno dei campani: il contro parziale di 15-1 fissa il punteggio di fine quarto sul 30-21. Protagonisti assoluti Errico già a quota 12 punti Di Marzo con 9. Buon impatto sulla gara di Serino Sisto.

Bellino Mini Wide

Secondo parziale:   sotto anche di 11 punti dopo una tripla di Moccia, Barletta inizia una progressiva rimonta, culminata col canestro del 43 pari firmato da Falcone ed il sorpasso con due liberi dello stesso play-maker, per il 43-45 sulla sirena di metà gara. Rimonta biancorossa che vede protagonista assoluto un ispirato Chiandetti, entrato dalla panchina e autore di 9 punti nel quarto con 2 triple. Anche Sisto, Falcone e Serino salgono a 9 punti. Per i padroni di casa protagonista del parziale è Smorra, autore di 8 punti.

Terzo parziale:  Airola sfrutta la partenza “diesel” della Cestistica dopo l’intervallo lungo e torna a comandare grazie al buon avvio di Moccia e Di Marzo. Allo scoccare del 27′ una tripla dello scatenato Errico ridà 9 lunghezze di vantaggio ai campani (61-52), ma i più ispirati in casa Cestistica Sisto Falcone,  che attacca con decisione il canestro, rispondono con punti pesanti e riportano sotto i biancorossi. 63-58 alla fine della terza frazione.

Quarto parziale:  ad inizio quarto periodo fa il suo rientro in campo Defazio, al posto del giovane Miolla, con 3 falli a carico. Il centro biancorosso, non riesce ad entrare in partita: resta in campo 4 minuti, poi torna a sedersi dopo aver commesso il quarto fallo personale. Sul punteggio di 71-72, con il sorpasso propiziato da due triple consecutive dagli angoli della guardia Degni, è Falcone a commettere il quarto fallo, così coach Degni è costretto a preservarlo per il finale e lo sostituisce con Chiandetti. In questa fase sale in cattedra Sisto: il lungo, in campo per tutti i 40 minuti, costringe sistematicamente al fallo gli avversari e produce, in totale, un buon 8/11 in lunetta. A meno di 3′ dal termine la Cestistica è avanti 71-75, poi si spegne improvvisamente la luce: arrivano 4 sanguinose palle perse (2 di Sisto, una a testa per Chiandetti e Falcone), lo 0/4 ai liberi per uno spento Gambarota e altri falli mal spesi che mandano costantemente in lunetta le guardie avversarie, abili nel produrre un parziale di 14-2. Un break decisivo, che mette la parola fine al match e alle velleità di successo dei barlettani, sconfitti 85-77.

Eroe di giornata in casa Airola il play-maker Errico, che sfodera una prestazione eccellente da 26 punti (7/12 dal campo e 10/13 ai liberi), 9 falli subiti, 6 rimbalzi, 6 assist. 85% in lunetta 17 punti con 6 falli subiti per la guardia Di Marzo. In doppia cifra anche Smorra (14 punti) Moccia (10), nonostante una cattiva prestazione per entrambi nella specialità del tiro da fuori (rispettivamente 1/7 e 2/11). Tra le fila della Cestistica il migliore è Sisto: due brutte palle perse nel finale (6 totali), ma costante ed efficace per tutto il match (durato per lui 40 minuti), in cui è stato in grado di sfiorare la tripla-doppia con 22 punti (7/13 dal campo, 8/11 ai liberi), 10 falli subiti e 9 rimbalzi. Bravo anche Falcone nel non far rimpiangere l’assenza di Di Napoli. Per il numero 7 ci sono 17 punti, 6 falli subiti, ma anche 5 falli e 4 palle perse. 10 punti a testa per Degni Serino, (tutti nel secondo quarto) per Chiandetti. 4 assist, 4 rimbalzi, ma molto sotto media con le realizzazioni (7 puntiGiovanni Gambarota.

Questo il sunto della sconfitta, la tredicesima stagionale a fronte di 5 successi. C’è parecchia amarezza per come è maturata, ma, ai fini del campionato cambia poco. Niente è perso o compromesso, la classifica è corta e ci sono ancora 8 partite da giocare. Quel che è certo è che occorre ricominciare a vincere quanto prima. L’occasione si presenta già dalla prossima sfida, il decisivo match casalingo contro Mola di Bari.

PROMO mini

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Isolaverde Post

Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

PROMO mini
Bellino Mini Wide
Bellino Mini Wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

PROMO mini