Nocerina-Barletta 4-0, tremenda debacle

Torna a farsi stonata la musica della banda Novelli. A Nocera Inferiore il Barletta incassa una pesantissima sconfitta per 4-0 al termine di una partita praticamente a senso unico. Biancorossi che hanno tenuto bene il campo fino al primo gol degli avversari, per poi scomparire letteralmente dal campo lasciando vita facile agli uomini di Auteri.

L’allenatore biancorosso decide di riconfermare quasi in blocco la formazione che aveva battuto il Pisa in casa, inserendo solo la novità di Pippa in luogo dello squalificato Novelli e riproponendo il rientrante Molina nel ruolo di esterno sinistro, al posto di Dezi che si accomoda in panchina. Sul fronte opposto il 4-3-3 di Auteri esprime un potenziale offensivo di assoluto rilievo, con il tridente Negro-Evacuo-Mazzeo che farebbe invidia anche a squadre di serie B.

PROMO mini

Partono subito forte i padroni di casa, che riescono a rendersi pericolosi specialmente grazie a Negro. Al sedicesimo minuto è proprio l’esterno d’attacco rossonero a provare la prima conclusione verso lo specchio della porta ma senza esito. Al 19′ si fa vedere Evacuo. L’ex Spezia ben servito da Mazzeo si gira in area e conclude, ma il suo tiro viene deviato da Burzigotti e termina in corner. I biancorossi badano soprattutto a difendersi schierandosi con un baricentro abbastanza basso ma mantenendo i reparti corti tra centrocampo e difesa, mentre la Nocerina attacca costantemente a pieno organico e al 33′ va vicinissima al vantaggio: cross al centro di Negro e tocco di Garufo che spedisce il pallone sul palo. Per annotare la prima azione di marca biancorossa sul taccuino bisogna attendere il 38′, quando La Mantia riceve un buon suggerimento di Carretta in area ma sciupa tutto con un controllo approssimativo e una conclusione fiacca che termina tra le braccia di De Lucia. Pochi minuti più tardi lo stesso Carretta riceve da Calapai e prova la conclusione dalla distanza ma la sfera termina sul fondo. In pieno recupero è quindi Molina a far venire i brividi alla difesa di casa rubando palla sulla trequarti avversaria ma perdendosi poi sul contrasto di Bruno.

In avvio di ripresa il Barletta sembra voler osare qualcosa di più in attacco ma a rendersi pericolosa è sempre la Nocerina che al 50′ ruggisce con le conclusioni di Evacuo e dell’ex De Liguori. E’ il preludio al gol dei molossi che giunge al 57′: Mazzeo batte una punizione dalla trequarti, Chiosa impatta di testa e trafigge Liverani. Da questo momento in poi i biancorossi subiscono tremendamente il contraccolpo psicologico e subiscono il tracollo con il raddoppio di Daffare che, ancora una volta di testa, sorprende la difesa ospite sugli sviluppi di una palla vagante ribattuta in area. A complicare ulteriormente le cose ci pensa la cattiva sorte, che con un rimpallo consegna ad Evacuo il pallone buono per involarsi da solo verso l’area avversaria. Pippa lo abbatte da ultimo uomo e viene espulso. Di lì al terzo gol è solo questione di minuti: uno scatenato Mazzeo si invola sulla destra e crossa al centro, dove Evacuo ha tutto il tempo di controllare e calciare in modo vincente. Il Barletta scompare del tutto dal campo e consente alla Nocerina di sbranare i pochi resti rimasti della squadra di Novelli. L’imbarcata assume i suoi contorni definitivi con il 4-0 di Guiliatto, che ha tutto il tempo di convergere da sinistra e scagliare una sassata che si insacca sul secondo palo. Nel finale l’unica nota di rilievo in casa biancorossa è data dall’esordio di Prutsch che serve solo ad arricchire ulteriormente i tabellini.

La melina finale chiude impietosamente la tortura degli uomini di Novelli, che tornano dalla Campania ancor più ridimensionati di quanto non avesse già fatto Martino in sede di calciomercato. Domenica prossima c’è l’Avellino, per un altro durissimo banco di prova.

PROMO mini
PROMO mini