Barletta – Pisa, la moviola

Pochi episodi da segnalare nella partita tra Barletta e Pisa. Le due formazioni si sono date battaglia senza esclusione di colpi e l’arbitraggio le ha certamente aiutate in tal senso. Il direttore di gara, infatti, ha lasciato molto correre e non ha sanzionato alcuni interventi al limite e che forse avrebbero meritato un provvedimento disciplinare. Resta ferma, tuttavia, la buona gestione del match da parte del Sig. Juan Luca Sacchi della sezione di Macerata.

L’azione del goal. Tutto regolare nel corso dell’azione che porta i biancorossi in vantaggio. Dezi è in posizione regolarissima quando viene servito dal settore di destra. E’ precisamente Buscè a tenere in gioco l’autore del goal-partita. Questi è poi bravo nel liberarsi dello stesso Buscè e di Pedrelli per poi depositare in fondo al sacco. Goal da convalidare, dunque.

PROMO mini

Altro episodio contestato dai nerazzurri è quello relativo ad un presunto tocco di mani in area del Barletta: l’arbitro è a pochi metri ed opta per l’involontarietà.

Terza ed ultima situazione di gioco da analizzare. Siamo negli ultimi minuti della partita ed il pisano Gatto dribbla alcuni giocatori del Barletta ed entra in area di rigore. Questi si lascia andare e viene ammonito per la seconda volta per simulazione. Giusto così: il Sig. Sacchi fa bene ad ammonirlo in quanto il tuffo è sembrato evidente anche dalla tribuna stampa, senza necessità di rivedere le immagini.

 

PROMO mini
PROMO mini