Tatò a Milano, si accende il mercato

Si apre oggi una settimana caldissima sul fronte calciomercato per il Barletta. Rinfrancato dalle recenti vittorie che   hanno rilanciato le quotazioni salvezza della sua squadra, il presidente del sodalizio biancorosso Roberto Tatò sarà da quest’oggi a Milano con il direttore sportivo Gabriele Martino per chiudere di persona alcune trattative nei saloni dell‘ATA Hotel.

Incassato di recente il no per un ritorno di Vincenzo Migliaccio (De Pasquale pare aver blindato definitivamente l’operazione nonostante la disponibilità del giocatore), la giornata di oggi dovrebbe finalmente veder depositato il contratto di Nicolas Bremec. L’estremo difensore ex Taranto e Foggia giungerà dal Grosseto con la formula del prestito con scadenza il prossimo Giugno e opzione per la prossima stagione.

PROMO mini

In attacco la girandola dei nomi lascia aperte le piste che portano a Zizzari e Maiorino. Tuttavia entrambi i giocatori si riserveranno di attendere altre eventuali proposte da club di categoria superiore. Per l’attaccante ex Reggina (attualmente svincolato) ci sarebbe stato il sondaggio del Lanciano, mentre per l’esterno offensivo del Vicenza si sarebbe già trovato l’accordo economico con la società di via Veneto che rimane così in attesa di ulteriori sviluppi.

A questi due nomi si aggiungono le ipotesi più suggestive di Tozzi Borsoi e Rubino. Attorno all’ex Ternana il corteggiamento va avanti da Dicembre e prevedibilmente proseguirà anche nei prossimi giorni se non si dovesse trovare una soluzione alternativa. Rubino è invece ai margini nel Novara e potrebbe approfittare della situazione per strappare uno degli ultimi contratti buoni della sua carriera (per lui trentacinque anni appena compiuti) e avvicinarsi alla sua città (Bari).

Tuttavia, in attesa di ufficializzare nuovi arrivi, il Barletta ha tremendamente bisogno di sfoltire una rosa troppo numerosa e con almeno sei elementi fuori dal progetto tecnico: per Ferreira, Vacca e Castellani l’obiettivo è quello di risolvere i prestiti con le società proprietarie dei rispettivi cartellini (Varese, Benevento ed Empoli). Simoncelli, Mazzarani e Angeletti rimangono in attesa di offerte mentre per Petterini continuano i contatti con Pisa e Mantova. Una situazione di stallo che rischia, come già avvenuto nel recente passato, di bloccare un mercato che ha assoluta necessità di vendere prima ancora di ufficializzare.

PROMO mini
PROMO mini