Cestistica ancora sconfitta

Continua il momento negativo  per la Naurora Barletta, sconfitta al PalaDisfida dal Gammauto Chevrolet Molfetta nella nona giornata del campionato di Divisione Nazionale C. 56-65 il punteggio al termine di una partita non bella, ma di grande intensità fisica e un pò nervosa, soprattutto nei pressi dell’ultima sirena.

Primo parziale: coach Degni inserisce in quintetto il giovane Serino al posto di Gambarota, in condizioni fisiche non ottimali, accanto ai soliti Chiandetti, Degni, Sisto Defazio. Per Molfetta scendono in campo Corvino, Di Lauro, Teofilo, Lombardo De Falco. Si parte a ritmi lenti: la Cestistica applica, in difesa, una “box-and-one” con 4 uomini a zona e il solo Chiandetti a uomo sul diretto avversario Corvino, per tentare di limitarne le iniziative offensive. La tattica funziona, il trentanovenne play di Molfetta forza dalla lunga distanza, non riuscendo a trovare buoni tiri. Ma i biancorossi non concretizzano le buone difese sbagliando qualcosa di troppo nella metà campo offensiva, ed il punteggio alla prima sirena è basso: 8-13 per gli ospiti e squadre che faticano non poco a trovare il fondo della retina.

Zerodue Mini Wide

Secondo parziale: nei secondi 10′ di gioco la Cestistica riesce a trovare soluzioni offensive migliori. Gambarota pare in buone condizioni e si rende subito pericoloso all’ingresso in campo, muovendo il tabellino dei padroni di casa. Anche Sisto inizia a macinare gioco e canestri: Barletta raggiunge, poi supera nel punteggio i biancazzurri. Se il temibile Corvino pare in difficoltà, l’ala-pivot Lombardo è, invece, autore di una gran gara, trascinando i suoi nei primi venti minuti, ben assistito da Teofilo. A metà incontro è la Cestistica a guidare sul 27-24, punteggio che continua ad essere basso, anche a causa della serata di scarsa vena al tiro da fuori per entrambe le squadre (3/20 totale per Molfetta, addirittura 2/21 per Barletta), nonostante la (prima) tripla messa a segno da Corvino proprio allo scadere.

Terzo parziale: la sostanza della partita non cambia, le squadre continuano a faticare in attacco, un pò per le difese, sicuramente solide, un pò per la generale imprecisione al tiro. I giochi offensivi vengono spesso conclusi con vani tentativi dalla distanza, ma le squadre riescono a trovare punti in lunetta. Teofilo Gambarota si prendono la responsabilità dei rispettivi attacchi: l’ala biancazzurra classe ’80 trova canestri importanti (chiude con 16 punti e 6 rimbalzi). I biancorossi si mantengono in partita con i punti di Sisto (doppia doppia da 15 punti e 13 rimbalzi) e Gambarota (12 punti, 4 rimbalzi, 3 assist). A 10′ dalla fine il tabellone recita 41-39.

Quarto parziale: nell’ultimo periodo l’incontro, già teso, diventa incandescente. Il PalaDisfida spinge a gran voce i suoi beniamini e a 5′ dalla fine il punteggio è ancorato sulla parità. Molfetta prova un mini-allungo sul +5, ma la Cestistica risponde con la seconda tripla della partita, infilata da distanza siderale, di Degni, che infiamma il pubblico. I biancorossi si riportano sul -2; a questo punto Corvino, silenzioso finora e in pessima serata al tiro da fuori (1/8), spinge sull’acceleratore e riesce a procurarsi ben 13 viaggi in lunetta, da cui trae, d’esperienza, 12 dei suoi 19 punti totali. I padroni di casa sono costretti ad affidarsi al tiro da fuori: i tentativi di Degni e Gambarota non vanno, Serino non riesce a chiudere 2 contropiedi e Molfetta allunga con i liberi di Corvino e Teofilo. Niente da fare nel finale, nervoso del PalaDisfida: vanno fuori per falli Falcone Sisto tra le fila biancorosse, il numero 7 Grimaldi per gli ospiti e la partita si conclude 56-65 per la squadra di coach Gesmundo.

L’esperienza del duo Corvino-Teofilo ha, alla fine, fatto la differenza in una partita che non ha sancito grossi divari tra le due squadre. Il play di Molfetta chiude, pur in serata non positiva al tiro, con 19 punti e 8 rimbalzi, Teofilo aggiunge 16 punti e Lombardo si traveste da “top scorer” dell’incontro con 20 punti e 7 rimbalzi. Ai biancorossi non bastano la doppia doppia di Sisto (15+13) e i 12 di Gambarota. Molfetta centra il settimo successo, salendo a 14 punti, mentre la Cestistica resta ferma a quota 6, ma cedendo ancora una volta con onore. Prossimo appuntamento in quel di Lanciano, domenica 16 dicembre.

 

Betland mini wide

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Zerodue Top Boss

Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

PROMO mini
Bagni Teti Wide Small
Bagni Teti Wide Small

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

Betland mini wide