Viareggio, la storia del club

 

Dopo una settimana ricca di episodi fuori dal campo, è tempo di prepararsi per la quattordicesima giornata di campionato. Il Barletta, ospite del Viareggio, ha l’obiettivo di cancellare la delusione rimediata nelle precedenti giornate, ma i toscani non hanno ancora perso tra le mura amiche. A due giorni dalla sfida dello stadio dei Pini, è già clima prepartita: ecco la storia dei bianconeri.

PROMO mini

[quote_left]Gli inizi e la Serie B[/quote_left]

L’attuale denominazione, Esperia Viareggio, riprende il nome della prima società calcistica cittadina, l’Esperia 1911, dalla quale nasce la più organizzata Sporting Club Viareggio nel 1919. Il club partecipa inizialmente a campionati regionali, per poi passare nella Divisione Nord degli anni ’20. La stagione 1932-33 è la prima da ricordare: dopo aver vinto le fasi finali in terza serie, batte 2-1 la Lucchese nello spareggio e approda per la prima volta in Serie B.

[quote_right]Lo stop e la nuova denominazione[/quote_right]

Il Viareggio rimane in cadetteria per quattro anni con buoni risultati a centro classifica, prima della doppia retrocessione tra il 1937 e il 1938. Al termine del campionato, la società si scioglie e il calcio bianconero si ferma per motivi finanziari e successivamente bellici. La rinascita avviene nel 1942 come Associazione Sportiva Viareggio Calcio, ma nel 1943 c’è il nuovo stop ai campionati per l’occupazione tedesca.

[quote_left]Dalla seconda Serie B agli anni bui[/quote_left]

La prima stagione del dopoguerra si apre con la seconda promozione in B, alla quale fanno seguito due stagioni nella seconda serie nazionale. Una nuova, doppia retrocessione nel 1948 e nel 1949 fa sprofondare il club nelle categorie regionali, in cui rimane per 40 anni, salvo una breve parentesi in C negli anni ’70.

[quote_right]Ancora C2, poi all’inferno e ritorno[/quote_right]

Gli anni bui sembrano terminare nel 1990, quando i bianconeri tornano nel professionismo con la promozione dalla D alla C2. Quattro stagioni di alto livello, tra cui una C1 mancata per un punto nel duello con la Massese. Nel 1994 un nuovo baratro: problemi finanziari non permettono l’iscrizione alla Serie C2 1994-1995 e il Viareggio torna in Eccellenza Toscana, ma bastano tre anni per tornare nel professionismo grazie ad una doppia promozione tra 1995 e 1997.

[quote_left]Il Football Club Esperia Viareggio[/quote_left]

Due playout vinti contro Tempio e Russi, uno perso contro la Valenzana e la retrocessione in D. L’ennesimo salto all’indietro con la sconfitta agli spareggi per mano del Vado decreta un nuovo fallimento, ma rimane il risultato del campo e si riparte dall’Eccellenza. Nasce il Football Club Esperia Viareggio, che torna in C2 dopo quattro anni di purgatorio e una Coppa Italia Dilettanti.

La sconfitta ai playoff contro il Prato nel 2009 permette comunque di usufruire del ripescaggio: la Versilia torna a gustarsi la vecchia C1, ora Prima Divisione, grazie al club del presidente Dinelli. Tre salvezze ai playout in terza serie, al momento una tranquilla posizione di centro classifica.

PROMO mini
PROMO mini