Grassadonia: "Domenica scontro diretto"

 

Una squadra è reduce dal primo successo stagionale, l’altra ha interrotto a Benevento la striscia di risultati utili consecutivi che durava dal 14 ottobre. A tre giorni dal delicato impegno tra Barletta e Paganese, il tecnico azzurro-stellato Gianluca Grassadonia presenta, in esclusiva a Barlettasport, la marcia di avvicinamento dei suoi al match del Puttilli.

PROMO mini

Mister, 7 punti in tre partite contro Pisa, Nocerina e Carrarese, poi lo stop a Benevento. Cos’è successo domenica al Vigorito?

“Abbiamo subìto un netto calo rispetto alle precedenti uscite, nella circostanza il Benevento ha dimostrato di essere una squadra più affamata e alla ricerca di un risultato convincente dopo una settimana di ritiro. Hanno meritato la vittoria, sono stati più efficaci anche grazie agli episodi a nostro sfavore, ma non voglio recriminare. Penso sia opportuno concentrarsi solo sul prossimo obiettivo, la classifica è cortissima e non possiamo permetterci distrazioni relative alle decisioni arbitrali.”

Graduatoria a dir poco equilibrata, la Paganese viaggia a metà classifica ma può vantare la terza difesa del campionato dopo Gubbio e Prato, rispettivamente con 5 e 7 reti al passivo. Qual è l’arma in più della sua retroguardia?

“Vero, abbiamo concesso solamente 8 gol ai nostri avversari ed è un fattore che ci sta aiutando parecchio. Il merito è di tutta la squadra che lavora bene durante la settimana, ma anche delle qualità dei nostri difensori, basti pensare a Fernandez. Il dato si presta a parecchie interpretazioni: una buona parte delle marcature incassate proviene dai calci piazzati, sui quali dobbiamo lavorare più attentamente per evitare di perdere punti preziosi per strada.”

Dopo Benevento può cambiare qualcosa nello schieramento di partenza? Il 4-4-2 rimane il modulo di riferimento?

“Credo che rimarremo col 4-4-2, è il modulo che meglio ci rappresenta in campo. Abbiamo iniziato la stagione col 3-5-2, ma non massimizzava le nostre qualità e abbiamo deciso di cambiare. Comunque sia, ciò che più conterà a Barletta sarà l’approccio alla gara, mi aspetto una reazione dopo la sconfitta di domenica. Dobbiamo riflettere sugli errori dal punto di vista dell’atteggiamento, è importante recuperare la condizione mentale per affrontare l’avversario.”

In settimana il portiere Vincenzo Marruocco non si è allenato regolarmente. Sarà assente anche a Barletta?

“Marruocco sta seguendo le terapie dello staff sanitario per recuperare al meglio. Valuteremo in extremis se sarà il caso di arruolarlo per domenica. Posso comunque contare su Robertiello, che si sta rivelando un’ottima alternativa.”

Domenica tornerà al Puttilli Fabrizio Romondini, che ha vestito la maglia biancorossa durante la seconda metà della scorsa stagione. Crede che possa accusare una flessione psicologica avanti al suo vecchio pubblico?

“Credo proprio di no, Fabrizio è un professionista serio e ha 35 anni, può contare su anni di esperienza in situazioni di questo genere e io posso contare sulla sua serenità in mezzo al campo. Ci sarà spazio per i ricordi, ma adesso sta facendo il bene della Paganese e sono sicuro che non sarà tradito dall’emozione.”

Al momento la Paganese è la migliore delle tre neopromosse. Lei parla di salvezza, ma la classifica dice che siete ad un solo punto dai playoff. Interverrete sul mercato per alzare il tiro in ottica obiettivi stagionali?

“Ritengo che il nostro unico pensiero debba essere la salvezza e continuerò per la mia strada. La Paganese dispone di un’ottima base sia dal punto di vista tecnico che del gruppo, più in là vedremo se sarà necessario arricchire la rosa.”

Uno sguardo al Barletta, reduce dal primo successo stagionale. Il 2-1 ottenuto a Sorrento aumenterà la fame e la voglia di riscatto dei biancorossi? Cosa si aspetta dalla partita di domenica?

“Senza dubbio la vittoria di Sorrento rappresenta una spinta notevole nel morale dei giocatori, che vorranno far bene davanti al proprio pubblico. Mi aspetto una gara maschia, ho ritrovato nel Barletta una cattiveria che non avevo visto nelle prime uscite stagionali. Il 3-5-2 di Stringara esalta anche la fisicità della squadra, che non meritava nemmeno il ko contro l’Andria. Entrambe le squadre proveranno a fare la partita, considero la sfida del Puttilli un importante scontro diretto.”

Concludiamo con un saluto ai lettori e ai tifosi.

“Ai lettori di Barlettasport va il mio sincero saluto e l’augurio di essere presenti al Puttilli per una bella giornata di sport. Per quanto riguarda i tifosi, non posso che rimarcare il mio ringraziamento per il sostegno che danno alla Paganese e spero che siano presenti in una piazza calda come Barletta.”

PROMO mini
1 commento

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

PROMO mini
PROMO mini
PROMO mini

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

PROMO mini