Finalmente vittoria! Sorrento-Barletta 1-2

Il Barletta conquista la sua prima vittoria stagionale sul campo del Sorrento, un posto che rievoca gloriosi ricordi di quella che fu una storica promozione in serie B, risalente al giugno 1987. Quel che porta in dote il match dello “Stadio Italia” venticinque anni dopo è una vittoria all’apparenza normale ma che invece scrolla di dosso il pesante tabù dei tre punti dalle spalle dei biancorossi, che al fischio finale salgono a quota sei punti, raggiungendo proprio il Sorrento ma soprattutto lasciando l’ultimo posto in classifica. In attesa di sapere l’esito di Carrarese-Gubbio, rinviata per maltempo. Decidono Dezi e Calapai, che rimontano il gol di Schenetti per l’1-2 finale. Succede tutto nel secondo tempo, dopo una prima frazione sostanzialmente avara di emozioni.

Stringara rilancia il 3-5-2
Stringara smentisce ancora una volta le attese pre gara, lasciando in panchina Ferreira e Calapai a vantaggio di Mazzarani e Simoncelli. Viene invece riproposto quel 3-5-2 visto nel primo tempo del derby, in cui a Dezi viene concessa ampia licenza di inserirsi tra le linee alla ricerca della giocata offensiva. In avanti il peso di quasi tutto l’attacco ricade su La Mantia.

Bellino Mini Wide

Un primo tempo avaro di emozioni
È un Barletta che vuole subito scrollarsi di dosso le tossine del derby e lo dimostra conducendo un primo quarto d’ora all’insegna del predominio territoriale. All’ottavo minuto Petterini (tra i migliori dei suoi) arriva alla conclusione chiudendo una buona azione orchestrata sulla destra lungo l’asse Simoncelli-Dezi, ma la sfera termina alta. Cinque minuti dopo La Mantia riceve palla sulla trequarti, gira in profondità per Simoncelli che però si fa anticipare dalla difesa sorrentina, mancando un controllo che lo avrebbe liberato a pochi passi dalla porta. Al 17′ Di Dio rileva Iuliano, con il Sorrento che passa dal 4-3-1-2 ad un più quadrato 4-4-2. Da questo momento in poi i padroni di casa crescono. Dopo pochi minuti Corsetti trova la via del gol sugli sviluppi di un contropiede ma il direttore di gara annulla per off side. Intorno alla mezzora padroni di casa vicini al gol con Arcuri che trova la conclusione dalla distanza ma si vede opporre la miracolosa respinta di Pane in corner. Al 42′ ancora uno scatenato Arcuri subisce fallo da posizione pericolosa ma la sfera calciata da Zanetti finisce sul fondo. Scadono così i primi quarantacinque minuti e l’arbitro manda tutti negli spogliatoi sul punteggio di zero a zero.

Ripresa, tutto nei primi minuti
La ripresa inizia con lo stesso leitmotiv con il quale si era chiusa la prima frazione di gara: il Sorrento attacca, il Barletta risponde di rimessa. Bucaro sceglie di inserire l’ex Sudtirol Schenetti in luogo di Zantu dimostrando di vederci lungo, perchè la sua squadra passa in vantaggio al secondo minuto proprio con il neo entrato, che raccoglie l’assist di Arcuri nel cuore dell’area di rigore e infila Pane con un preciso destro. Il Barletta si ritrova per l’ennesima volta in svantaggio ma dopo sei minuti trova le forze per rispondere subito con Jacopo Dezi, che ben servito da Simoncelli supera la difesa con un pregevole pallonetto per poi trafiggere Polizzi. Stringara decide così di effettuare un doppio cambio togliendo La Mantia e Mazzarani per Ferreira e Calapai e puntando tutto sulle ripartenze veloci.

Strenua difesa
Una scelta che si rivela subito felice perchè è proprio il terzino ex Catania a realizzare un autentico eurogol dalla distanza, regalando il primo vantaggio stagionale alla squadra biancorossa. Il Sorrento non ci sta e cerca di alzare il baricentro ma i biancorossi sono bravi nel ripartire e per poco non sfiorano il terzo gol con Ferreira, che entra in area e scocca un mancino che finisce di poco alto. Al 37′ è invece Simoncelli a sfruttare un rapido ribaltamento di fronte ma quando si presenta a tu per tu con Polizzi si vede deviare in corner la sua conclusione. Barletta più battagliero a centrocampo con l’inserimento di Meucci per Dezi, colto da crampi. I padroni di casa tentano il tutto per tutto ma i tentativi impattano contro il muro difensivo dei biancorossi. Un muro dentro il quale fa breccia Guitto, che tutto solo spara clamorosamente alto. Ma è davvero l’ultimo brivido. Il Barletta incarta e porta a casa i primi tre punti. E sono punti pesantissimi.

[quote_box]SORRENTO-BARLETTA 1-2

2′ Schenetti (S), Dezi (B) all’8′, Calapai (B) al 16′ s.t.

SORRENTO (4-3-1-2): Polizzi; Balzano, Nocentini, Di Nunzio, Bonomi; Esposito (dal 34′ s.t. Guitto), Zanetti, Arcuri; Iuliano (dal 15′ p.t. Di Dio); Zantu (dal 1′ s.t. Schenetti), Corsetti. (Frasca, Ferrari, Ciampi, Beati). All. Bucaro

BARLETTA (3-5-2): Pane; De Leidi, Burzigotti, Romeo; Mazzarani (dal 12′ s.t. Calpai), Molina, Piccinni, Dezi (dal 32′ s.t. Meucci), Petterini; La Mantia (dal 12′ s.t. Ferreira), Simoncelli. (Liverani, Menegaz, Meduri, Castellani). All. Stringara

ARBITRO: Fanton di Lodi

NOTE: spettatori paganti 190, abbonati 109, incasso 3188 euro. Ammoniti: Zanetti (S), Di Nunzio (S), Corsetti (S), Burzigotti (B), Molina (B). Angoli 5-1. Recuperi: 0′ p.t., 2’+1′ s.t.[/quote_box]

Bellino Mini Wide

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Isolaverde Post

Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

PROMO mini
PROMO mini
PROMO mini

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

Bellino Mini Wide