Cosco: "Importante il nostro approccio"

 

In contemporanea con la conferenza di Andrea La Mantia, attesi davanti ai microfoni anche alcuni protagonisti in casa Andria. Presso la sala stampa dello stadio Degli Ulivi, hanno presentato il derby di domenica l’allenatore Vincenzo Cosco, l’ex Vincenzo Migliaccio, il barlettano Francesco La Rosa e il capitano Mariano Arini.

Bellino Mini Wide

[quote_left]Arbitri, Cosco al veleno[/quote_left]

Il tecnico biancazzurro non perde l’occasione per ribadire il suo disappunto nei confronti della classe arbitrale, che domenica ha condizionato l’andamento di Andria-Latina: “E’ stata una partita combattuta, la metabolizzazione è stata rabbiosa, ma abbiamo accettato il verdetto con relativa tranquillità nonostante i condizionamenti della direzione di gara“. Poi passa all’analisi del suo collega Stringara, subentrato in settimana a Novelli: “E’ un problema in più per la preparazione della partita, sicuramente verranno apportate modifiche sul piano tattico, ma soprattutto su quello psicologico. Sappiamo che giocherà con una difesa a tre, con maggiore cura della fase di non possesso, ma sarà determinante il nostro approccio alla partita. L’ambiente surreale tipico dei derby sarà ininfluente, entrambe le squadre non si faranno condizionare“. Poi un aneddoto scaramantico: “L’anno scorso fui io a subentrare prima del derby e vincemmo, spero non succeda a parti invertite“.

Ultima considerazione sulla formazione biancorossa: “I giovani sono clienti scomodi, hanno grande personalità e caratura tecnica, soprattutto Dezi e Vacca. Il loro punto di forza sarà la spinta della classifica deficitaria e sistemeranno qualcosa anche in fase di copertura. Noi dobbiamo essere abili a mettere in pratica la nostra mentalità, la mia squadra è una roccia che non viene mai scalfita, nemmeno dalle situazioni societarie (Di Cosola è prossimo a diventare il presidente dell’Andria, ndr)”.

[quote_right]Le emozioni dell’ex e del barlettano[/quote_right]

Emozioni simili, quelle di Migliaccio e La Rosa, accomunati dalla condivisione di momenti di Barletta: “Sono ex e sento l’emozione, ma sono tranquillo – dice l’ex difensore biancorosso – e spero di dare il massimo per la mia squadra attuale. Per quanto riguarda il Barletta, conosco alcuni miei ex compagni e so che hanno ottime qualità. Ho bei ricordi dell’anno scorso, peccato per com’è andata a finire“. Situazione particolare anche per il centrocampista, atteso dalla squadra della sua città: “Sono e mi sento barlettano a tutti gli effetti, ma calcisticamente la mia vita è ad Andria. Sono sicuro di essere accolto dai fischi, è normale, questo è il calcio. Nonostante l’accoglienza dei tifosi, spero che il Barletta possa presto rialzarsi, ma non a partire da domenica“.

[quote_left]Agguerrito capitan Arini[/quote_left]

Chiude la conferenza capitan Arini, che segnò al Puttilli in Barletta-Aversa 2-1 dell’11 aprile 2009: “Ho bei ricordi delle sfide a Barletta, sono riuscito anche a segnare in un’altra sfida emozionante. Il derby è una partita a sè, non contano classifica o qualità tecniche, ma le motivazioni e l’atteggiamento in campo. L’anno scorso fu una partita combattuta, lo sarà senza dubbio anche quest’anno. Noi siamo determinati, giocheremo di rimessa contro una squadra veloce, speriamo che gli episodi siano a nostro favore“.

 

Bellino Mini Wide

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Isolaverde Post

Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

Bellino Mini Wide
Bellino Mini Wide
PROMO mini

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

Bellino Mini Wide