Barletta-Andria: la lavagna tattica biancorossa

La prima per Stringara da tecnico biancorosso è una partita di importanza assoluta. Questo pomeriggio (inizio ore 18) al Puttilli un nuovo Barletta, ridisegnato secondo i dettami tattici del nuovo tecnico, affronterà il derby con l’imperativo assoluto di risollevarsi dai bassifondi della classifica conquistando la prima vittoria in campionato.

È questo l’unico vero obiettivo con cui l’allenatore di Orbetello ha catechizzato un gruppo smarrito, fin dal primo giorno in cui è giunto all’ombra di Eraclio. Stringara è consapevole che la partita di quest’oggi rappresenta un’occasione ghiottissima per cambiare un’intera stagione. Il calendario lascia ancora ampi margini di recupero sulla zona salvezza. E allora che sia subito difesa a 3, per un partita che il Barletta imposterà tutta sulla resistenza e la rapidità, contro un’avversario arcigno e quadrato come l’Andria.

Zerodue Mini Wide

Un 3-5-2, che all’occorrenza può trasformarsi in un 3-4-1-2, è il modulo scelto per domani. Un modulo parecchio duttile ma che avrà interpreti per lo più difensivi sulle corsie esterne e che potrà così trasformarsi in 5-3-2 in fase di non possesso. Peseranno tuttavia le assenze di Barbuti, Di Bella, Mazzarani e Piccinni.

Tra i pali è ovviamente chiara la riconferma di Pane. In difesa il trio di centrali sarà composto da De Leidi sul centrodestra, Burzigotti al centro e Romeo sul centrosinistra. Un pacchetto di difensori certamente non veloci ma che potrebbero ben contrastare la fisicità del duo Maccan-Innocenti.

A garantire maggior copertura alla difesa saranno anche i due esterni Calapai, che ritrova questo ruolo dopo averci giocato nel corso della sua esperienza a Catania, e Angeletti, che ha vinto il ballottaggio con Petterini. Al centro del campo Meduri fungerà da diga davanti alla difesa, mentre gli interni che dovranno garantire entrambe le fasce saranno Molina e Dezi. Per quest’ultimo può essere praticabile l’opzione fantasista dietro le punte in determinati momenti della gara. Un ruolo che potrebbe offrirgli la possibilità di sfruttare meglio le proprie capacità in fase di finalizzazione.

In attacco La Mantia è il punto di riferimento da centravanti, cui ruoterà attorno uno tra Ferreira e Simoncelli, con il primo in vantaggio quest’ultimo.

Betland mini wide

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Zerodue Top Boss

Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

Bagni Teti Wide Small
Bellino Mini Wide
Betland mini wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

Bagni Teti Wide Small