Primo "stop" per la Cestistica

Arriva al PalaDisfida la prima sconfitta per i ragazzi di coach Degni: davanti al folto pubblico casalingo, la Cestistica Naurora Barletta cede all’ AP Monopoli con il punteggio di 73-80. I biancorossi restano, così, fermi a 4 punti in classifica; primi due, importantissimi punti, invece, per la squadra ospite. Decisivo per il risultato finale, il parziale negativo del terzo periodo.

Primo periodo:

Coach Degni schiera il solito quintetto composto da Chiandetti, Degni, Gambarota, Sisto e Defazio. Coach Cazzorla risponde così per gli ospiti: Calabretto, Manchisi, Luisi, Menzione, Simone. All’avvio ancora problemi per la Cestistica. I primi minuti di gioco continuano a risultare un fattore negativo per i biancorossi, che faticano nuovamente ad entrare in partita. Mani abbastanza fredde e ottimo piglio degli ospiti, portano il punteggio sul 4-16 a metà primo quarto. Buono il contributo iniziale di Menzione, abile nello sfruttare il gioco spalle a canestro e decisivo a rimbalzo (chiude con 9 rimbalzi e 15 punti). Gli ultimi minuti del parziale d’apertura vedono la Cestistica ricucire lo strappo fino al 17-24 grazie all’ottimo inizio al tiro da fuori di capitan Colaprice . Da segnalare le non perfette condizioni fisiche del lungo biancorosso Marco Sisto, alle prese con problemi muscolari ad un quadricipite.

Bellino Mini Wide

Secondo periodo:

Ancora Colaprice dalla distanza e G. Falcone, con la solita energia dalla panchina, guidano la Cestistica al definitivo aggancio. A metà gara il punteggio è in parità sul 34-34. I padroni di casa si ritrovano in difesa e, dopo i 24 punti concessi nel primo periodo, ne subiscono solo 10 nel secondo, innalzando l’intensità difensiva e costringendo gli avversari a forzare tiri da tre punti: negativo il totale 0/2 , 0/3 e solo 1/5 rispettivamente per Damasco, Luisi e Manchisi. Nel secondo parziale importante notizia per coach Degni e gli altri: fa il suo esordio in campionato il giovane Gianluca Serino, apparso in buone condizioni dopo l’infortunio. Linea di fondo chiusa da una gran schiacciata a una mano, il suo biglietto da visita.

Terzo periodo:

  Dopo la tradizionale pausa di metà incontro, la Cestistica parte col piede giusto: 7-0 di parziale e massimo vantaggio sul 41-34 dopo 3′ di gioco. Segnali di miglioramento arrivano da Defazio, pedina fondamentale all’interno del roster barlettano: il lungo classe ’91 mette a referto punti, prende rimbalzi e lotta sotto canestro con ritrovata intensità, gestendo bene i falli personali. Sisto, nonostante le condizioni fisiche non ottimali, dà il suo contributo nel parziale: 10 punti e rimbalzi a fine gara. Proprio quando il match sembra tingersi di biancorosso, si rompe qualcosa: Barletta non riesce più a trovare la via del canestro, subendo l’offensiva di Manchisi e di uno scatenato Luisi: quest’ultimo il migliore in campo, con i suoi 18 punti, 4 rimbalzi e 3 assist. Il play ospite Calabretto aggiunge 14 importanti punti, attaccando deciso il ferro. Si concretizza così il terribile parziale di 4-22 firmato Monopoli. A fine terzo quarto la Cestistica è sotto di lunghezze sul 47-56.

Quarto periodo:

I padroni di casa, partono con grinta e cuore, ma, stavolta, scarsa lucidità, soprattutto in fase offensiva. Brutta la serata al tiro della guardia Nicola Degni: le sue triple non vanno a bersaglio e chiude l’incontro con 1/8. La Cestistica sprofonda fino al meno sedici a 5′ dalla fine, che sembra chiudere definitivamente i conti. A questo punto viene fuori con orgoglio Gambarota, il quale si addossa tutto il peso dell’attacco e prova, con 10 punti in 2 minuti, a riaprire i giochi. Il palazzetto riprende fiato a 2′ dalla fine: coach Cazzorla chiama timeout, sul 67-73, preoccupato per le difficoltà dei suoi nel gestire il pallone. Importante, ancora una volta, per i biancorossi, l’utilizzo nelle concitate fasi finali, della difesa uomo a tutto campo. Al rientro, gli ospiti mantengono freddezza e lucidità dalla lunetta, raccogliendo punti d’oro fino al 73-80 di chiusura, che vanifica le speranze di rimonta barlettana.

Una sconfitta, quella odierna, che non può e non deve preoccupare. Molto hanno influito le motivazioni: soprattutto quelle degli ospiti, quasi obbligati alla riscossa dopo le prime due sconfitte. Per la Cestistica in arrivo una settimana di duro lavoro, fondamentale per ritrovare la giusta via, possibilmente già domenica prossima. Si cercherà il riscatto in quel di Venafro, in occasione dell’insidiosa trasferta molisana prevista per la quarta giornata di campionato.

 

 

PROMO mini

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Bellino Top Boss Articolo e Categorie

Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

PROMO mini
Bellino Mini Wide
PROMO mini

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

PROMO mini