Piacere, "Pisolo"

Ciao “Pisolo” ehm, Giovanni. Scusa l’eccessiva confidenza…però ora ci spieghi perché proprio “Pisolo” come soprannome?

Possiamo passare alla seconda domanda? Ok, ve lo dico. Risale alla mia prima comitiva, delle volte arrivavo con le occhiaie e avevo un attegiamento stralunato. E’ un soprannome che evoca bei ricordi quindi me lo tengo stretto !

PROMO mini

Reduce da una Domenica da brividi e piena di soddisfazioni, quali le tue impressioni sulla prestazione della squadra?

Siamo riusciti ad esprimerci bene come collettivo. C’è ancora da limare qualcosa ma tutto sommato il risultato è stato soddisfacente sia perchè ottenuto in rimonta sia perchè giocavamo contro una squadra costruita per un campionato ambizioso.

Hai festeggiato al meglio il tuo compleanno regalando alla squadra una prestazione decisiva per la vittoria finale.

 Si, ed è stato a dir poco entusiasmante. Durante il ritorno in bus mi chiedevo se fosse vero. 20 punti, 9 rimbalzi e quei tiri liberi decisivi…non ci credevo veramente ! Quello che però è ancora più importante è che sono arrivati i 2 punti in classifica, fondamentali per centrare al più presto l’obiettivo stagionale di una salvezza quanto più “tranquilla” possibile.

Quanto conta fare le scelte giuste nella carriera sportiva? Tu ritieni di aver sempre scelto la strada giusta per crescere al meglio come cestista?

 Stai ponendo questa domada a chi ritiene di aver sbagliato tutto nella sua vita da cestista. Le scelte sono fondamentali nella vita di un atleta che pratica qualsiasi sport. L’unica scelta giusta che ritengo di aver fatto è quella di aver scelto di giocare nella squadra della mia città. Il senso di appartenenza è un’altra arma che ci aiuta ad andare oltre le difficoltà !

I tempi della panchina a Bisceglie sembrano lontani anni luce, quanto ti è servita e cosa ti porti dietro di positivo o di utile da quell’esperienza.

 E’ stato un anno duro e tribolato. Sai, è difficile accettare l’idea di rimanere in panca o in tribuna pur allenandosi al massimo durante la settimana. Nonostante il mio scarso minutaggio quell’esperienza è stata sicuramente formativa sia perchè ho conosciuto e mi sono allenato altri giocatori di livello superiore sia perchè mi ha fatto capire che non si vive di sogni e che bisogna affrontare tutte le sfide della vita con i piedi saldi a terra.

Quando scendete in campo sembrate giocare quasi a memoria e nei momenti di difficoltà riuscite a dare sempre il meglio di voi. Qual è il vostro segreto e quale il vostro principale punto debole ad oggi ?

 Sicuramente la nostra arma in più sono gli allenamenti settimanali. Il Coach ci spreme a dovere ogni giorno provando schemi fino al limite della perfezione e pretendendo sempre il massimo della nostra concentrazione. Questo tipo di allenamenti ci aiuta sia a gestire le energie che ad affrontare ogni partita con intensità e “cattiveria” agonistica. Non molliamo fino alla sirena finale !

Di punti deboli per ora non se ne sono visti ma noi sappiamo bene che c’è sempre da migliorare. Sicuramente dobbiamo imparare ad entrare in partita fin dall’inizio e mettere subito la partita sui binari giusti. Nonostante queste prime due vittorie ci aspetta un campionato molto difficile e dobbiamo essere bravi a rimanere con i piedi per terra e a non distrarci neanche un millesimo di secondo.

Siete cresciuti cestisticamente quasi tutti dal settore giovanile giocando e vivendo il basket insieme. A chi ritieni di essere maggiormente legato tra i tuoi compagni anche fuori dal campo?

Questa squadra è frutto di un lavoro sui giovani di questa città. Poche realtà possono dire di giocare a questi livelli quasi esclusivamente con giocatori provenienti dalla città per la quale giocano.
Se parliamo di feeling sicuramente  quello con “Lango” (Gianfranco Falcone n.d.r.) è un rapporto di amicizia speciale proprio perchè siamo cresciuti insieme sia come giocatori che come ragazzi. Tengo comunque a specificare che in spogliatoio ho un ottimo rapporto con tutti.

Domenica vi aspetta una sfida durissima contro l’AP Monopoli, una squadra che avete imparato a conoscere nel pre-campionato. Quanto può essere utile aver giocato contro di loro e quanto invece può essere utile a loro?

 Abbiamo giocato in amichevole a Settembre, sia in casa che fuori casa. Noi conosciamo i loro punti di forza e loro conoscono i nostri. E’ un vantaggio per entrambe le compagini e sicuramente Domenica sarà una delle sfide più difficili del campionato. Loro sono una squadra molto fisica mentre noi ce la giochiamo più sull’intensità e sul gioco di squadra, queste sono le nostre armi principali e dobbiamo sfruttarle al meglio specie tra le mura amiche.

Cosa ti senti di dire ai nostri lettori/tifosi in ottica della prossima partita?

Sicuramente di accorrere numerosi almeno come è avvenuto in occasione dell’esordio contro la squadra di Salerno. Domenica sarà una sfida dura e il vostro sostegno sarà fondamentale. Sicuramente si potrà assistere ad un basket di buon livello. Noi non vi deluderemo !

 

 

Bagni Teti Wide Small

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Top Boss Betland

Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

Bagni Teti Wide Small
Bellino Mini Wide
PROMO mini

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

PROMO mini