Avellino-Barletta 1-0, le pagelle dei biancorossi

 

Pane 6: chiude la saracinesca nel primo tempo e sulla sassata di Castaldo può far davvero poco. Nel finale pasticcia con il pallone e commette fallo da rigore. Si riscatta parando la conclusione di Biancolino ma difatti priva la squadra dell’ultimo possesso d’attacco.

PROMO mini

Calapai 6: come un po’ tutta la squadra non riesce a spingere con lucidità in proiezione offensiva. In difesa mostra invece progressi e non si fa mai saltare da Bariti.

De Leidi 5: non dà mai la sensazione di potersi disimpegnare con tranquillità e spesso pasticcia anche in fase di impostazione della manovra. Rispetto alla gara contro la Nocerina fa un passo indietro.

Di Bella 5,5: si sbatte un po’ di più del suo collega di reparto ed è quello che meglio contrasta Castaldo in area di rigore. Sfortunato quando rimedia uno stiramento che probabilmente lo terrà fuori almeno un mese.

Burzigotti 5: subentra praticamente a freddo ma non riesce ad entrare in partita neanche con il passare dei minuti. Sul gol di Castaldo allenta troppo la marcatura, permettendo al suo avversario di calciare indisturbato.

Mazzarani 6: più propositivo nel primo tempo, quando giunge ripetutamente al cross. Poi cala alla distanza e nella seconda frazione di gioco pensa soprattutto a coprire le avanzate di Catania, che difatti non lascia il segno nel match.

Piccinni 6,5: coniuga una buona dose di palloni recuperati con una certa propensione all’inserimento offensivo. Centra la traversa con un grande stacco in area di rigore e si fa sempre trovare pronto in ripiegamento.

Meduri 6,5 (il migliore): mediano classico davanti ai due centrali, con i quali spesso si allinea mentre la squadra attacca. Si concede più di qualche rischio in fase di impostazione ma fa bene perchè quelle volte in cui crea superiorità numerica il Barletta punge pericolosamente in avanti.

Vacca 5,5: svolge il compitino e niente più. Viene schierato mezzo sinistro in un centrocampo ruvido, con il compito di ispirare la manovra. Si limita invece ad appoggi corti e semplici e si rende pericoloso solo su un calcio piazzato.

Carretta 5: ennesima partita impalpabile per l’esterno ex Andria. Gli spazi a disposizione non gli mancano eppure non riesce mai ad incidere lungo l’out di destra, perdendo spesso palloni banali. Quando attacca lo spazio sembra avere una zavorra addosso. Probabilmente deve ancora trovare la forma migliore.

Barbuti 5,5: deve calarsi nel non facile ruolo di punta centrale, braccato dall’ottima coppia Fabbro-Giosa. Parte molto bene, giocando di sponda ma svariando spesso lungo tutto il fronte offensivo. Anche lui però cala alla distanza.

Molina 5,5: è praticamente l’unico, insieme a meduri, che cerca di creare superiorità numerica saltando il proprio diretto avversario. Arriva un paio di volte alla conclusione ma non sembra però avere i novanta minuti nelle gambe.

Ferreira 5: ha a disposizione oltre mezzora per incidere ma della sua prestazione ci si ricorda un’ammonizione e diversi palloni persi. Si accentra troppo sul fronte d’attacco e spesso si pesta i piedi con Barbuti e Piccinni.

La Mantia s.v.: affianca Barbuti nel 4-2-4 ma praticamente non tocca un pallone.

 

Novelli 5 (il peggiore): continua nella sua ostinata rotazione dei titolari ma stavolta l’Avellino gli presenta un conto salato. Schiera un centrocampo di sola corsa e zero fantasia e lascia inspiegabilmente in panchina Dezi, Dall’Oglio e Ferreira. Le prestazioni della squadra sono lo specchio delle sue scelte discontinue.
[clear]

Bellino Mini Wide

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Bellino Top Boss Articolo e Categorie

Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

Bellino Mini Wide
PROMO mini
Bellino Mini Wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

Bellino Mini Wide