Barletta, pareggio a reti inviolate a Gubbio

Il Barletta pareggia per zero a zero a Gubbio, muove la classifica ma scivola anche all’ultimo posto in condominio con la Carrarese, quest’oggi vincente in trasferta, a quota 3 punti. Gara giocata su ritmi non elevatissimi ed abbastanza avara di emozioni. Il dato positivo e quello relativo all’assenza di reti subite ma ancora una volta i ragazzi di Novelli non sono stati sufficientemente concreti negli ultimi 16 metri.

Novelli, ennesima rivoluzione
L’allenatore biancorosso ridisegna completamente il Barletta dopo la disfatta casalinga col Latina. In difesa Molina si sistema nella posizione di terzino sinistro, mentre a destra ci va il solito Calapai. La coppia centrale è costituita dal duo Romeo – De Leidi. A centrocampo agisce un trio votato soprattutto all’interdizione con Meduri – Meucci e Piccinni. Nel tridente offensivo spazio a La Mantia, affiancato da Ferreira e Barbuti. Quest’ultimo viene schierato per la prima volta nel ruolo di esterno d’attacco dal primo minuto.

PROMO mini

Un buon primo tempo per i biancorossi
Inizio thriller per il Barletta, che dopo appena sei minuti di gioco rischia di capitolare alla prima occasione avversaria. Ci pensa un salvataggio provvidenziale sulla linea a negare la gioia del gol per gli umbri. Dopo dieci minuti di gioco, però, i biancorossi si affacciano prepotentemente in avanti: Molina serve Barbuti che, spalle alla porta, si gira e colpisce la traversa. La gara è equilibrata, anche se il Barletta sembra avere una leggera supremazia sul piano del gioco. È il ’25 quando Radi calcia una punizione dai 20 metri: la sfera finisce direttamente tra le braccia di Pasquale Pane. Alla mezz’ora è ancora Barbuti a sfiorare il goal sugli sviluppi di un calcio di punizione. Ferreira batte da sinistra e cerca l’attaccante ex Sassuolo, questi per poco non riesce a deviare il pallone verso la porta difesa da Venturi.

Gubbio vicino al vantaggio
A dieci minuti dalla fine della prima frazione si rifanno pericolosi i padroni di casa con l’ex Caccavallo, che va alla conclusione da buona posizione. Pane non trattiene ma ci pensa Romeo a sbrogliare una situazione potenzialmente complicata. È difatti l’ultima emozione di un primo tempo molto equilibrato, che si chiude giustamente sul punteggio di zero a zero.

Secondo tempo fotocopia
Non cambia il copione del match nel secondo tempo, con un Barletta che se la gioca alla pari col Gubbio sfruttando maggiormente le azioni di rimessa e risultando piacevolmente ordinato in difesa. Dei primi venti minuti si registra solo un calcio d’angolo per i rossoblu. Gli uomini di Sottil provano uno schema che manda Palermo alla conclusione. Il suo pallonetto termina tuttavia alto sulla trasversale.

Al 60′ si apre la girandola delle sostituzioni. Novelli inserisce Dezi (combinerà poco) e Carretta al posto di Meucci e Ferreira. Sottil, dal canto suo, risponde con una sostituzione in difesa: Grea sostituisce Regno. Al 75′ gli ospiti tornano a farsi vedere dalle parti di Venturi: sempre Caccavallo cerca la fortuna con un diagonale dall’altezza del dischetto del rigore ma Pane è reattivo e devia in corner. Due minuti dopo è il Barletta a rispondere con una ripartenza sull’asse Barbuti-La Mantia: Radi spedisce la sfera in angolo.La partita è più che mai equilibrata e la sensazione è che da un momento all’altro possa arrivare una giocata estemporanea a deciderne le sorti.Novelli gioca quindi il suo ultimo cambio inserendo Menegaz per un affaticato Calapai.

Brividi finali
Le ultime occasioni si registrano nei minuti di recupero. Prima è Boisfer a tentare la conclusione dal limite dell’area senza centrare il bersaglio. Sul ribaltamento di fronte Carretta viene liberato a tu per tu con il portiere avversario da una verticalizzazione di Meduri ma la posizione di off-side dell’attaccante ex Andria vanifica tutto.

Finisce così a reti inviolate la trasferta umbra del Barletta. I biancorossi nel complesso non demeritano affatto, palesando le solite carenze in fase offensiva ma mostrando buoni progressi in quella difensiva. L’appuntamento con la vittoria è così ancora rimandato ma stavolta l’esigenze di classifica si fanno sempre più pressanti. La sosta potrà magari servire a Piccinni e compagni per rimettere in ordine le idee e ricaricare le batterie in vista della ripresa in campionato, fissata il prossimo 28 Ottobre con la difficile trasferta di Frosinone.

[quote_box]GUBBIO (4-3-1-2): Venturi; Briganti, Bartolucci, Regno (74′ Grea), Radi; Boisfer, Malaccari (63′ Scardina), Palermo; Caccavallo; Galabinov, Bazzoffia (89′ Manzoni). A disp.: Farabbi, Galimberti, Guerri, Sandreani. All.: Sottil.

BARLETTA (4-3-3): Pane; De Leidi, Romeo, Calapai (80′ Menegaz), Molina; Meduri, Piccinni, Meucci (59′ Dezi); Ferreira (62′ Carretta), La Mantia, Barbuti. A disp.: Liverani, Burzigotti, Vacca, Castellani. All.: Novelli.

Arbitro: Francesco Paolo Saia di Palermo
Ass.1: Francesco Barbetta di Albano Laziale
Ass.2: Rinaldo Menicacci di Viterbo.

Ammoniti: Meucci (B), Malaccari (G), Bazzoffia (G).

Recupero: 1′ pt, 3′ st.[/quote_box]

Betland mini wide

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Zerodue Top Boss

Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

Zerodue Mini Wide
Betland mini wide
Free Tour mini wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

Betland mini wide