Gubbio-Barletta, la lavagna tattica biancorossa

Continua per la sua strada mister Novelli, sempre più in bilico su di una panchina che scotta. Per l’allenatore biancorosso se non è un aut-aut poco ci manca, perchè alla casella vittorie continua a figurare un impietoso zero e se non ci fosse una disastrata Carrarese, il Barletta sarebbe ampiamente ultimo alla misera quota di due punti in classifica.

Ma evidentemente ciò non ha influenzato le idee tattiche del tecnico in vista della partita contro il Gubbio – in programma domani pomeriggio alle 15 – perché Novelli conferma il modulo che ha da sempre contraddistinto la sua gestione tecnica: quel 4-3-3 inizialmente spumeggiante nel gioco ma che col tempo si è via via arrugginito, complice anche un calendario decisamente ostico e il calo di alcuni uomini risultati inizialmente fondamentali nell’economia di squadra.

PROMO mini

Ecco quindi le scelte di Novelli in vista di domani.

Difesa, Angeletti rilevato da Menegaz
In porta ci sarà come al solito Pasquale Pane. In difesa l’incognita maggiore riguarda il ruolo di terzino sinistro, stante l’assenza per infortunio di Mazzarani e l’esclusione disciplinare di Angeletti (dopo la zuffa con Russo del Bisceglie nell’amichevole infrasettimanale). Probabile che a rilevarlo sia il brasiliano Menegaz, che verrebbe impiegato così per la prima volta in quel ruolo. Completano il reparto Calapai, sulla fascia opposta, mentre al centro verrà riconfermato sicuramente Romeo. A fare coppia con lui potrebbe esserci Burzigotti al posto di De Leidi.

Piccinni in rampa di lancio
A centrocampo salgono le quotazioni di Piccinni, apparso in forma nella scorsa trasferta ad Avellino ma poi non impiegato titolare nei successivi novanta minuti con il Latina. Il centrocampista barese dovrebbe posizionarsi nel ruolo di mezzo sinistro e verrà affiancato da Meduri, play davanti alla difesa, e Dezi, chiamato al riscatto dopo le ultime due prestazioni ampiamente al di sotto delle sue possibilità sia dal punto di vista tecnico che fisico.

Rivoluzione tridente, ecco La Mantia
In avanti si va verso una rivoluzione del tridente d’attacco. Nel ruolo di centravanti infatti dovrebbe agire La Mantia, che fino ad ora è riuscito a collezionare due reti subentrando sempre dalla panchina. Il suo ingresso dal 1′ comporterà lo spostamento di Barbuti lungo l’out di sinistra del fronte d’attacco, ruolo in cui il giocatore scuola Sassuolo è difatti cresciuto e che nel Barletta ha ricoperto solo negli ultimi scampoli di gara contro il Latina. Sulla destra permangono invece numerose incognite. Non è affatto improbabile l’ipotesi che Novelli rispolveri Simoncelli dall’inizio, ma rimane ovviamente la preferenza legata alla possibilità di schierare un esterno dai piedi invertiti. E in questo caso occhio a Ferreira e Carretta, le cui condizioni tuttavia non hanno entusiasmato nel corso delle ultime apparizioni.

[blockquote]BARLETTA (4-3-3): Pane; Calapai, Burzigotti, Romeo, Menegaz; Dezi, Meduri, Piccinni; Simoncelli, La Mantia, Barbuti. A disposizione: Liverani, De Leidi, Meucci, Vacca, Molina, Ferreira, Carretta. Allenatore: Novelli [/blockquote]

Brainwave Mini Wide Post

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Isolaverde Post

Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

PROMO mini
Brainwave Skyscraper
PROMO mini
Free Tour mini wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

Bellino Mini Wide