Difesa, Novelli ha trovato la quadratura del cerchio?

La comitiva biancorossa non ha ancora centrato l’appuntamento con la vittoria in questo torneo di Prima Divisione. La formazione guidata da Novelli è partita, come è noto, con una mentalità di tipo “zemaniano”: segnare un goal più degli avversari. E sin da Catanzaro si è capito che far parte della difesa del Barletta non sarebbe stata proprio una passeggiata.

Il Mister biancorosso ha sempre scelto un pacchetto arretrato composto da quattro uomini. La peculiarità è data dalla spinta dei terzini, che già al momento del calcio d’inizio si trovano a metà campo, pronti per scattare in avanti. Ma è evidente che le certezze di Novelli vacillano, considerato che da tre partite a questa parte il tecnico non schiera mai gli stessi quattro.
[quote_right]De Leidi e Burzigotti all’esordio[/quote_right]
Il Mister era partito affidandosi alla coppia centrale De Leidi – Burzigotti, mentre sugli esterni a Catanzaro hanno giocato Calapai ed Angeletti. E la prima di campionato non è stata una partita memorabile per la retroguardia del Barletta, perforata per ben quattro volte.

Bellino Mini Wide

Rivisti i meccanismi, il tecnico biancorosso ha confermato gli stessi interpreti anche nell’ambito del reparto arretrato che ha affrontato il Perugia. Forse l’età media dei difensori, essendo molto bassa, ha determinato qualche errore di inesperienza. Ci può stare, quando si ha a che fare con veri e propri “mostri del goal” come Ciofani, Perez o Evacuo.
[quote_right]Bocciati Menegaz e Burzigotti?[/quote_right]
Eppure nelle ultime tre giornate, la difesa è stata superata per tre volte, una in meno rispetto all’unica partita contro il Catanzaro. L’inversione di rotta c’è. A darla, molto probabilmente, è stato l’inserimento di Mazzarani e di Di Bella, che hanno disputato delle buone gare.

Arrivano parziali bocciature, al contrario, per Menegaz e Burzigotti. Il primo ha giocato un solo match contro il Pisa: ha sostituito lo squalificato De Leidi, ma sono arrivati due gol ed il tecnico non ha più riposto fiducia in lui . Quanto a Burzigotti, dopo aver disputato le prime tre partite da titolare è stato relegato in panchina per far spazio a Di Bella. E la scelta, per ora, si è rivelata azzeccata. Spesso, data la sua altezza ed il suo fisico, questo difensore venticinquenne è costretto a pagare dazio nell’uno contro uno.
[quote_left]Inversione di rotta con Mazzarani e Di Bella?[/quote_left]
La casella zero al numero di gol subiti rappresenta uno dei fiori all’occhiello della partita con la Nocerina. Segno che, almeno per questa volta, il successo non è arrivato solo perché è stato l’attacco a sprecare le varie occasioni.

Calapai è confermatissimo: ha giocato tutte le gare fino a questo momento. Corre molto e non ha problemi a piazzare interessanti traversoni. Poiché si gioca ogni sette giorni, questi ha il tempo di rifiatare e di preparare la partita successiva nel migliore dei modi anche dal punto di vista atletico.
[quote_right]Domenica c’è l’Avellino[/quote_right]
E Mazzarani sulla sinistra può dire ancora la sua. Inoltre, con De Leidi e l’esordiente Di Bella non ci sono grossi rischi…

Che Novelli abbia trovato la quadratura del cerchio? L’oracolo di Delfi non si è ancora espresso, anche se dopo Avellino ne sapremo di più.

 

Bellino Mini Wide

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Isolaverde Post

Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

PROMO mini
PROMO mini
Bellino Mini Wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

Bellino Mini Wide