AAA centrocampo titolare cercasi

Lungo il tragitto iniziale di questo campionato il Barletta ha mostrato il suo lato camaleontico non solo dal punto di vista squisitamente statistico – alternando partite ricche di gol e spettacolo ad altre più equilibrate – ma anche ma anche sotto quello tattico.

Mister Novelli infatti non ha mai schierato la stessa formazione titolare durante le prime quattro giornate di campionato, schierando 20 giocatori diversi su 25 a disposizione in rosa. Tutti importanti e nessun intoccabile quindi, ma il tecnico salernitano sa benissimo che non sarà possibile proseguire un’intera stagione senza delineare alcune fondamentali gerarchie nel suo scacchiere. Per questo motivo la sua opera di “selezione” potrebbe avviarsi ben presto ad una stabilizzazione.

Betland mini wide

Nello specifico la girandola di scelte ha riguardato soprattutto la linea mediana a tre, che fino ad oggi ha visto alternarsi tutti gli elementi a disposizione in rosa: Dall’Oglio, Meucci, Meduri, Molina, Piccinni, Dezi, Vacca hanno tutti collezionato almeno un minuto in campionato.

Di tutti questi solo Jacopo Dezi ha conquistato una maglia da titolare inamovibile nelle quattro gare fin qui disputate, mentre tutti gli altri sono risultati invece in costante rotazione. Analizzando il momento attuale appare quindi davvero difficile abbozzare anche solo un’ipotesi di centrocampo ma proveremo a farlo ugualmente, stilando una sorta di borsino biancorosso in vista della trasferta di Avellino e non solo.

——————————————————

Dall’Oglio: esordio di qualità e quantità nella prima di campionato ma a tarpargli le ali ci ha pensato una ingenua espulsione che lo ha costretto a ritrovarsi fuori dall’11 titolare al suo rientro. La sua duttilità tattica gli consente però di ricoprire tutti i ruoli del centrocampo e, considerate le sue ottime doti tecniche e fisiche, potrebbe ben presto tornare dal 1′. (50% titolare)

Dezi: come sopra, titolare inamovibile nel ruolo di mezzala destra. Coniuga corsa e una gran tecnica che fanno di lui uno dei migliori prospetti della categoria. (80% titolare)

Meduri: colleziona la sua prima presenza dal primo minuto nella trasferta di Pisa, risultando tra i migliori dei suoi. Meno tecnico di Dall’Oglio, a differenza dell’e Reggina può essere schierato prevalentemente nel ruolo di mediano di rottura davanti alla difesa e in quest’ottica è probabile che un suo utilizzo sia legato soprattutto alla necessità di dare più equilibrio in mezzo al campo, a seconda delle partite da affrontare. Le sue quotazioni sono comunque in ascesa. (50% titolare)

Meucci: il più giovane della comitiva (classe’93), ha già tre presenze da titolare all’attivo ma anche una tribuna. Mezzala pura, fa spesso da collante tra la fase offensiva e quella difensiva ma fino ad ora non ha ancora portato a casa una prestazione da 7. I maliziosi dicono che dalla sua giochi l’età giovane, che comporta maggiori contributi per la società in caso di minutaggio completo. Ipotesi non improbabile ma sicuramente non stiamo parlando di un giocatore inadatto per questo Barletta e per questo campionato. (60% titolare)

Molina: collocazione ibrida per l’altro ex satanello. Nelle primissime partite di campionato subentra a partita in corso nel ruolo di mezzo sinistro ma non convince. Poi la partenza da titolare come ala sinistra nel match contro la Nocerina, in cui mostra le sue ottime doti tecniche e un primo tempo fatto di gran corsa. Non è ancora al meglio della condizione ma pare che sia ormai destinato al tridente d’attacco. Quotazione bassa solo per motivi tattici. (10% titolare)

Piccinni: caso enigmatico quello del centrocampista barese classe ’87. Parte come oggetto misterioso nelle prime due giornate, in cui va in tribuna. Poi viene lanciato titolare a sorpresa contro il Pisa, rimediando però un’espulsione che lo costringe a saltare l’ultimo impegno di campionato. Una brutta tegola per lui, che deve giocarsi le sue carte in concorrenza con Dall’Oglio e Meucci sia nel ruolo di mezzala che in quello di play basso. Quotazioni al ribasso. (30% titolare)

Vacca: addirittura tre tribune e una sola da titolare per quello che doveva essere uno dei giocatori di maggior spicco della mediana biancorossa. I novanta minuti giocati contro il Perugia tuttavia non lo condannano affatto ma è evidente che al momento l’ex Benevento parte sfavorito nella corsa per un posto da titolare inamovibile. Questione di condizione fisica o di inadeguatezza tattica? (20% titolare)

Betland mini wide

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Zerodue Top Boss

Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

PROMO mini
Betland mini wide
Free Tour mini wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

Betland mini wide