La Mantia: "Contro il Perugia coraggio e aggressività"

Colpo last minute del calciomercato da poco concluso, Andrea La Mantia si è difatti presentato solo oggi agli occhi dei tanti giornalisti che hanno affollato la sala stampa del Puttilli per la consueta conferenza stampa del Giovedì. E in una squadra che ha già ampiamente mostrato le proprie credenziali in fase offensiva, l’attaccante originario di Marino(RM) già scalpita per giocarsi le sue carte in allenamento e chissà per ottenere sin da subito un posto da titolare nel baby Barletta di mister Novelli che Domenica affronta il Perugia. Noi di Barlettasport abbiamo raccolto le sue sensazioni a pochi giorni dal suo approdo all’ombra di Eraclio.

Andrea che attaccante ti definisci?
“La mia stazza fisica mi facilita molto nel gioco aereo e di conseguenza amo giocare al centro dell’area di rigore o di sponda per favorire gli inserimenti. Certo, fino ad ora dalla mia non posso vantare uno score da bomber di razza ma bisogna anche valutare lo scarso minutaggio in cui sono stato impiegato. L’anno scorso tra Frosinone e Andria messo a segno 3 reti in 14 presenze non tutte dal primo minuto, non chissà cosa ma neanche pochissimo dai (sorride ndr).”

PROMO mini

Dove ti collochi nel 4-3-3 di mister Novelli?
“In questo modulo ricopro il ruolo di punta centrale nel tridente. Tra l’altro ho svolto tutta la preparazione estiva con il Frosinone adottando proprio questo schema di gioco. Poi è ovvio che i singoli schemi offensivi risultano diversi fra loro e per quello ci vorrà giusto un po’ di tempo in più per entrar bene nei meccanismi di squadra.”

Qual è la tua condizione fisica al momento?
“A livello fisico sto bene ma ho dovuto riprendere il tipo di preparazione che hanno fatto i miei attuali compagni di squadra. Non ti nascondo che ho sofferto un po’ i nuovi carichi di lavoro, il mister fa lavorare davvero tanto ma son sicuro che in breve tempo smaltirò tutto per poi raggiungere la miglior forma.”

Consosci già qualcuno della rosa? Come procede il tuo ambientamento a Barletta?
“No a dire il vero non sono stato in squadra con nessuno. Conosco però alcuni ragazzi con cui ho giocato contro, come Vacca. In stanza vivo con Mirko Carretta che in questi primi giorni mi ha un po’ aiutato ad ambientarmi quanto prima possibile. Il gruppo comunque c’è ed è già ben unito.”

Che idea ti eri fatto di questa piazza prima di giungere qui?
“Nell’ambito della Lega pro Barletta si pone tra realtà senza dubbio più importanti e blasonate. Quest’anno il presidente ha scelto di affidarsi ai giovani dopo un campionato un po’ deludente ma questo non significa necessariamente ridimensionare le proprie ambizioni. La città e il calore dei tifosi ho già avuto modo di apprezzarli nel corso della mia recente esperienza ad Andria.”

Domenica al Puttili si presenta il Perugia. Quale può essere la giusta chiave di lettura per poterli affrontare al meglio?
“È una delle squadre candidate a vincere il campionato. Bisognerà fare una gara psicologicamente ben predisposta. Noi siamo ua squadra giovne e dobbiamo affrontarli senza remore, con spregiudicatezza. Non aver paura dell’avversario può essere fondamentale per una squadra giovane come la nostra. Al di là del discorso tenico-tattico conterà soprattutto l’atteggiamento mentale per poter portare a casa il risultato.”

PROMO mini

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Bellino Top Boss Articolo e Categorie

Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

Bellino Mini Wide
Bellino Mini Wide
Free Tour mini wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

Bellino Mini Wide