Catanzaro-Barletta, le pagelle dei biancorossi

Pane 5 – : il portiere campano non riesce mai a dare la sicurezza necessaria ad un reparto giovane e inesperto. Insicuro nelle uscite e sulle palle alte, si riscatta in parte con alcuni interventi che una volta si sarebbero definiti “plastici” ma lo score di quattro gol incassati non può essere solo addebitato alla difesa.

Calapai 6,5: Novelli con coraggio lo preferisce a Mazzarani e lui si dimostra la prima rivelazione
positiva di questo giovane Barletta. Intraprendente nella fase di proiezione offensiva, da rivedere in marcatura in occasione del secondo gol degli avversari. Mezzo voto in più di incoraggiamento per un classe ’93.

PROMO mini

Burzigotti 5,5: viene preferito a Di Bella per far coppia con De Leidi nel cuore della difesa. Rispetto al suo collega dimostra maggiore gamba e personalità ma ci vorrà qualcosa in più per dare maggiore solidità al reparto difensivo.

De Leidi 5: un po’ spento rispetto alle più recenti uscite di precampionato. L’intesa con Burzigotti è tutta da costruire ma quello che è sembrato mancare è stata la condizione fisica. Poco reattivo sulla respinta di Pane nell’occasione del 2-1 di Fioretti e in genere su tutte le situazioni da calcio piazzato.

Angeletti 6+: conferma le impressioni della vigilia, che lo vedevano scalpitante e pronto al rientro da titolare in campionato dopo una lunghissima assenza. Macina molti kilometri sull’out di sinistra e dai suoi piedi parte l’assist per il primo gol di Dezi. Anche per lui fase difensiva da registrare meglio.

Meucci 6+: anche lui inserito a sorpresa al posto dell’infortunato Vacca, non fa rimpiangere l’assenza del centrocampista ex Benevento sebbene giochi in una diversa posizione. In attacco si inserisce meno rispetto al suo collega di reparto Dezi ma imposta sempre bene la manovra, disimpegnandosi con rapidità.

Dall’Oglio 6: la sua valutazione è una media tra il 7, più che meritato, fino all’84’ e il 5 frutto della sciagurata espulsione che costa il gol del 4-3 e un turno di squalifica con il Perugia. Fino a quel momento ottima prestazione in una posizione anche per lui inedita, nel ruolo di playmaker davanti alla difesa. Abbina quantità e qualità sia in fase di impostazione che di copertura. Vacca è avvisato.

Dezi 7 (il migliore): conferma la caratura da pietra preziosa interpretando alla perfezione il ruolo di interno di centrocampo. Brilla negli inserimenti e nelle percussioni palla al piede, illumina spesso la manovra con passaggi smarcanti. Freddo dal dischetto e preciso anche nel colpo di testa. Certezza. (Mazzarani: sv)

Carretta 4,5 (il peggiore): Inguardabile prestazione dell’esterno ex Andria, che pare patire ancora i carichi di preparazione accumulati nel corso del ritiro estivo. Mai uno spunto interessante e quasi sempre nervoso. Sbaglia i disimpegni più facili e rimedia anche un cartellino giallo. Viene giustamente sostituito anzitempo da Novelli.

Barbuti 6,5: anche qui mezzo voto in più di incoraggiamento per un giovane (classe ’92) che dimostra di avere gamba e personalità all’esordio in campionato e peraltro in un ruolo non suo. Si sbatte lungo tutto il fronte giocando soprattutto di sponda e cercando di favorire gli inserimenti delle mezzali.

Ferreira 6: ricorda a tratti Franchini quando alterna ottime giocate a scarsa concretezza in area di rigore. Non lesina ottimi spunti sia partendo da esterno che in posizione più centrale. Buona l’intesa con Barbuti con cui cerca spesso lo scambio nello stretto.

Molina 5,5: subentra al posto di Carretta ma, come il suo compagno di reparto, non riesce a incidere sulla gara. Da rivedere magari nel ruolo di interno di centrocampo.

Simoncelli 6,5: come l’anno scorso timbra il cartellino del gol alla prima di campionato. Subentra al posto di Meucci dando maggiore profondità e corsa al tridente d’attacco.

Novelli 6: Non tutto è da buttare di questo amaro 4-3. Anzi, il tecnico biancorosso dimostra di avere idee tattiche molto interessanti specialmente nella fase offensiva, in cui spicca il lavoro svolto da un centrocampo molto abile negli inserimenti da dietro. Da registrare invece la fase difensiva: forse con una difesa così alta e statica sarebbe il caso di far spingere un solo terzino per volta.

Bellino Mini Wide

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Isolaverde Post

Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

Bellino Mini Wide
Bellino Mini Wide
Free Tour mini wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

Bellino Mini Wide