Lavagna tattica: SS Barletta

Quale sarà la prima versione del Barletta nel campionato 2012/13? Il match di domani pomeriggio alle 15 contro un quotato Catanzaro sarà l’occasione per farsi un’idea quanto più chiara possibile di una squadra dimostratasi sempre (forse fin troppo) un cantiere aperto nel corso di tutto precampionato.

Il modulo
Tra tante scommesse e incognite spicca una solida certezza tattica: il modulo. Mister Novelli – su cui si sono sprecati gli aggettivi alludenti alla sua indole zemaniana – conferma e rilancia il suo 4-3-3, con cui ha abituato la squadra a giocare nel corso del ritiro e su cui Pavone ha operato nel calciomercato. [quote_left]Un 4-3-3 imperniato sul gran movimento e sulla rapidità nel possesso palla[/quote_left]Uno schieramento votato all’attacco e che fa leva sul gran movimento di tutte le pedine dello scacchiere per mettere in difficoltà l’avversario producendo possibilmente un gioco quanto più fluido e spettacolare possibile, in cui la spinta dei terzini unitamente gli inserimenti delle mezzali assumeranno importanza fondamentale nell’economia di squadra.

PROMO mini

Difesa, ballottaggio Mazzarani-Calapai
Tra i pali sicuro titolare sarà Pane, alla sua ventiduesima presenza in campionato con la maglia del Barletta. Nella difesa a quattro i maggiori dubbi si concentrano nel ruolo di terzino destro: affidarsi all’esperienza di Mazzarani o lanciare dal primo minuto il giovane ma promettente Calapai? È prevedibile che Novelli opterà per la prima soluzione senza rischiare un classe ’93 alla prima di campionato. Di sicuro le gerarchie per quel ruolo non sono del tutto definite. [quote_right]In difesa reintegrato Angeletti che parte da titolare[/quote_right]
Al centro della difesa sarà la coppia De Leidi – Di Bella con quest’ultimo favorito su Burzigotti, che a pochi giorni dal suo arrivo deve ancora amalgamarsi bene negli schemi difensivi di squadra. Nel ruolo di terzino sinistro non ci dovrebbero essere dubbi su Angeletti, a sorpresa reintegrato in rosa e fiducioso in un suo riscatto dopo l’infelice stagione dello scorso anno.

Centrocampo, dubbio playmaker
A centrocampo l’acciaccato Vacca non dovrebbe riuscire a recuperare quantomeno dal primo minuto. A complicare le scelte di Novelli ci sono anche le squalifiche di Meduri e Piccinni, che avrebbero sopperito benissimo all’assenza dell’ex Benevento. [quote_left]Dall’Oglio potrebbe scalare davanti alla difesa[/quote_left]A questo punto è probabile che uno tra Zappacosta e Dall’Oglio venga adattato in quella posizione. Completa il reparto Dezi ma attenzione al neo-arrivato Molina, già scalpitante in allenamento e nettamente favorito su Meucci per ritagliarsi dello spazio a gara in corso o chissà sin dall’inizio.

Un attacco mobile?
In attacco sarà un tridente di seconde punte mobili ed intercambiabili nei ruoli. Mancherà infatti il punto centrale di riferimento visto che La Mantia deve ancora aggregarsi al gruppo. [quote_right]Ferreira agirà da falso centravanti nel tridente offensivo?[/quote_right]Novelli predilige esterni offensivi che rientrino e puntino la porta e in quest’ottica le due ali dovrebbero essere Barbutia sinistra e Carretta a destra. Ferreira potrebbe agire da “falso nueve” con ampia libertà di svariare su tutto il fronte d’attacco. Castellani e Simoncelli le pedine da utilizzare a gara in corso.

[blockquote]BARLETTA (4-3-3)
Pane; Mazzarani, De Leidi, Di Bella, Angeletti; Molina, Dall’Oglio, Dezi; Carretta, Ferreira, Barbuti. A disposizione: Liverani, Burzigotti, Calapai, Vacca, Meucci, Simoncelli, Castellani. Allenatore: Raffaele Novelli[/blockquote]

PROMO mini

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

PROMO mini
PROMO mini
Free Tour mini wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

PROMO mini