Barletta-Nocerina: la lavagna tattica biancorossa

Il secondo match casalingo di campionato può rappresentare il viatico giusto per poter ottenere la prima vittoria in campionato, contro quella Nocerina degli ex che si presenta al Puttilli con le credenziali di chi vuole fare la parte del leone ma che finora è riuscita solo a emettere timidi miagolii, collezionando solo una sconfitta e due pareggi.

“Vince chi ha più fame”, ha detto l’allenatore salernitano nella conferenza pre-match. E dice bene, perchè al momento Barletta e Nocerina sono due compagini affamate di tre punti, che continuano a palesare un gioco dalle potenzialità inespresse nonostante le ambizioni diametralmente opposte. Novelli sa benissimo che il gioco offensivo e spettacolare che caratterizza le sue squadre non può che appassionare, ma questa volta la catechizzazione dei suoi è stata tutta incentrata sull’obiettivo vittoria e la sua squadra è pronta per dare nuovamente il 100% davanti al proprio pubblico.

PROMO mini

I molossi di Nocera potrebbero replicare tatticamente lo stesso leitmotiv visto domenica scorsa all’Arena Garibaldi in Pisa-Barletta: 3-4-3 e un gioco prevalentemente incentrato sui suoi interpreti d’attacco. E allora ecco che Novelli è pronto alle contromisure, riconfermando gran parte degli interpreti che tanto bene han figurato in Toscana.

Il modulo di riferimento sarà il solito 4-3-3. In porta ecco Pane, riscattatosi egregiamente a Pisa, dopo le prime due prove in cui è risultato non esente da responsabilità nei gol subiti.

In difesa la linea a quattro vedrà sicuri di una maglia da titolare Calapai e Burzigotti. De Leidi rientra dalla squalifica e rileverà con ogni probabilità Menegaz, mentre a sinistra Angeletti è in ballottaggio con Mazzarani per una maglia da titolare sulla corsia di sinistra (il primo è in vantaggio).

A centrocampo Meduri, con la buona prestazione di domenica scorsa, ha preso quota nelle gerarchie di squadra e dovrebbe scalzare Vacca nel ruolo di diga/playmaker davanti alla difesa. Mancherà invece Piccinni, appiedato per un turno dal giudice sportivo. A questo punto appare possibile l’impiego di Dall’Oglio, che non colleziona minuti in campionato dalla prima giornata a Catanzaro, mentre Molina potrebbe essere la carta da giocare a partita in corso. Dezi è la solita certezza al suo fianco. Ma a prescindere dalle scelte di Novelli, le due mezzali giocheranno un ruolo fondamentale dal punto di vista squisitamente tattico, avendo il compito di pressare in modo asfissiante la coppia di mediani Bruno-De Liguori per impedire sul nascere l’impostazione della manovra avversaria.

Il tridente offensivo si schiererà nuovamente largo, aprendo così la difesa a tre avversaria per favorire gli inserimenti degli incursori di centrocampo. Il funambolico Ferreria partirà sull’out di destra per rientrare e cercare il dribbling o la conclusione, al centro dell’attacco le quotazioni di La Mantia sono in aumento ma al momento Barbuti prevale ancora. Sull’out di sinistra scalpita Simoncelli, non impiegato a Pisa nonostante le sue ultime prestazioni positive. Considerando il Carretta non certo entusiasmante degli ultimi tempi non è affatto pergerina l’ipotesi di vedere il romagnolo in campo dal 1′ nel ruolo di esterno offensivo di sinistra.

[quote_box]Pane; Calapai, De Leidi, Burzigotti, Angeletti; Dezi, Meduri, Dall’Oglio; Ferreira, Barbuti, Simoncelli. A disposizione: Liverani; Menegaz, Mazzarani, Molina, Meucci, Carretta, La Mantia. Allenatore: Novelli[/quote_box]

PROMO mini

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Isolaverde Post

Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

Zerodue Mini Wide
Betland mini wide
Bellino Mini Wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

Betland mini wide