Avellino-Barletta, la lavagna tattica biancorossa

Intensità di gioco e maggiore rapidità nel possesso palla offensivo, cercando magari di trovare la conclusione da fuori più spesso. Sono questi i dettami tattici che Novelli ha impartito in settimana alla squadra, dopo il buon 0-0 ottenuto contro la Nocerina. Il Barletta rimane infatti una squadra dalla grande corsa e dal gioco piacevole ma non riesce ancora a dare continuità alla sua vena realizzativa sotto porta.

Contro l’Avellino sono tanti gli spunti interessanti. A cominciare dal fatto che ad affrontarsi domani ci sarà la squadra dalla miglior difesa in campionato (solo 3 reti al passivo) contro quella dal miglior attacco in trasferta (5 gol messi a segno). Tatticamente le due compagini non si affronteranno con gli stessi moduli: 4-4-2 per mister Rastelli (all’occorrenza modificabile in un 4-2-3-1), solito 4-3-3 per Novelli che forse potrebbe cambiare meno rispetto alle sue abitudini. Ma il condizionale è d’obbligo.

Brainwave Mini Wide Post

Dietro conferme per De Leidi-Di Bella
Tra i pali solita conferma per Pasquale Pane. La difesa, in palla nell’ultimo match contro la Nocerina, vedrà la riconferma della coppia di centrali De Leidi-Di Bella, nonostante rimanga qualche possibilità per Burzigotti, più lento ma probabilmente più idoneo a contrastare la fisicità di Castaldo. Sulle fasce conferme anche per Calapai a destra e Mazzarani a sinistra.

Due novità in mediana
Il centrocampo, reparto in assoluto più camaleontico nel corso di questo primo scampolo di gestione Novelli, potrebbe vedere due new entry – o meglio ritorni – dal primo minuto. Parliamo di Dall’Oglio e Piccinni. Il primo verrebbe schierato nel ruolo di playmaker davanti alla difesa, ruolo in cui tanto bene giocò nell’esordio di campionato al “Ceravolo” di Catanzaro. L’ex Piacenza, di nuovo arruolabile dopo aver scontato il turno di squalifica, andrebbe invece ad affiancare Dezi nel ruolo di mezzo sinistro di centrocampo. Non mancano tuttavia le chance per Meduri, mentre Meucci dovrebbe quantomeno partire dalla panchina.

Attacco, Carretta è uomo da trasferta
In avanti il tridente è come al solito sicuro per due terzi. Nessun dubbio per quanto riguarda le riconferme di Ferreira come esterno destro e Barbuti come pivote centrale. A sinistra sono invece ben tre a concorrere per una maglia dal primo minuto: Carretta al momento non ha mai impressionato positivamente ma ha dalla sua la statistica, in quanto è sempre stato utilizzato da titolare nelle partite in trasferta. In ascesa anche le quotazioni di Molina, reduce da una buona prestazione contro i molossi. Simoncelli potrebbe invece essere utilizzato come arma a partita in corso, quando potrebbe approfittare di spazi più ampi per attaccare sulla sua corsia di competenza.

[quote_box]
BARLETTA (4-3-3): Pane; Calapai, De Leidi, Di Bella, Mazzarani; Dezi, Dall’Oglio, Piccinni; Ferreira, Barbuti, Molina. A disposizione: Liverani, Burzigotti, Angeletti, Meucci, Meduri, Simoncelli, La Mantia. Allenatore: Novelli.[/quote_box]

Bagni Teti Wide Small

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Bellino Top Boss Articolo e Categorie

Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

Bellino Mini Wide
Brainwave Skyscraper
Betland mini wide
Bagni Teti Wide Small

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

Betland mini wide