Dopo l'Ata Hotel: il mercato ai raggi X

 

Un acquisto e una cessione. Questo è il bollettino dell’ultima giornata di mercato estivo in casa Barletta: dentro il sospirato centravanti, fuori un centrocampista tra i partenti annunciati.

PROMO mini

[quote_left]Difesa al completo[/quote_left]

Con la permanenza di Petterini, il versante sinistro della retroguardia può considerarsi ben coperto, così come il centro e la fascia destra. L’arrivo di Burzigotti scioglie anche il nodo della coppia centrale: l’ex Latina dirigerà la difesa con De Leidi. Otto difensori per Novelli, che si è detto soddisfatto della rosa a sua disposizione: resta da definire il caso-Minieri, che rimane a Barletta ma con poche possibilità di giocarsi un posto tra gli undici in campo.

[quote_left]Mediana da crescita esponenziale[/quote_left]

Il centrocampo è sicuramente il reparto migliore dei biancorossi. Anche in questo caso c’è però da valutare il ruolo di Zappacosta, altra pedina in esubero che non ha trovato la sistemazione più congeniale. Nonostante ciò, il tecnico salernitano può affidarsi ad una mediana completa, dinamica e tecnicamente di primissimo livello. Si potrà giocare con un centrocampo a tre, a quattro o cambiare in corsa le tattiche mantenendo gli stessi uomini in campo. La priorità di Novelli è quella di portare nei pressi e all’interno dell’area cinque giocatori: giocando con tre pedine in mediana, la spinta da parte di due centrocampisti risulterebbe più facile ed immediata.

Il vero limite è dato dall’età: il Barletta dispone di potenziali fenomeni della categoria come Dezi, Vacca e Molina, ma sarà il campo a decretarne il vero valore.

[quote_left]Arriva la punta, ma occhio agli esterni[/quote_left]

L’arrivo di La Mantia, invece, ha risolto la grana della punta. L’ex Andria e Frosinone è il classico centravanti fisico, capace di sgomitare con la difesa avversaria e creare i giusti spazi per gli inserimenti degli esterni, posti sulle fasce opposte al piede preferito. Non è molto prolifico e parte come l’ennesima scommessa di Pavone, potrebbe anche giocarsi il posto con Castellani e soprattutto Di Gennaro, che ha accettato la riduzione dell’ingaggio.

Anche il reparto avanzato può dirsi coperto in ogni posizione, ma non è ancora chiaro chi sarà il finalizzatore: ecco perchè esterni come Carretta e Daniel Ferreira giocheranno un ruolo fondamentale.

Domani il “Ceravolo” avrà il pesante compito di emanare il primo verdetto: allenatore, dirigenza e tifosi attendono impazienti.

Bellino Mini Wide

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Isolaverde Post

Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

Bellino Mini Wide
PROMO mini
Bellino Mini Wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

PROMO mini