Focus Girone B – Viareggio

 

Ultima puntata dell’approfondimento dedicato alle avversarie stagionali del Barletta. La conclusione della rubrica è affidata al Viareggio, che torna tra le sfidanti dei biancorossi dopo una salvezza conquistata nel girone A.

PROMO mini

La squadra agli ordini di Stefano Cuoghi si pone l’obiettivo della quarta salvezza consecutiva, provando a sbaragliare una concorrenza piuttosto ardita. La rosa è ancora in via di costruzione, mancano ancora gli ultimi tasselli per completare i ruoli scoperti, e l’ultima settimana di mercato vedrà quindi i toscani ancora attivi sul fronte trattative, soprattutto per quanto riguarda l’attacco.

La soluzione tattica provata con più regolarità è stata finora la disposizione con la difesa a tre, con due esterni veloci e tecnicamente validi in grado di fare entrambe le fasi. Mediana compatta, mentre in attacco è probabile che un’ala venga adattata a seconda punta.

[quote_left]Portiere giovane, davanti tre centrali[/quote_left]

In porta l’esperto Gazzoli potrebbe lasciare il posto al giovane scuola Empoli Furlan o al giovane di proprietà viareggina Ranieri, tornando a fare la chioccia come lo scorso anno a Carrara. Retroguardia affidata ancora una volta a capitan Fiale, assistito da Carnesalini e Sorbo. Non sono ottimi saltatori, ma la corporatura piazzata rende i tre centrali dei clienti piuttosto scomodi.

[quote_left]Due esterni con diverse caratteristiche[/quote_left]

A centrocampo i due esterni saranno Pellegrini a destra e Guerra a sinistra. Il primo nasce come terzino, ma ha acquisito una discreta tecnica offensiva e si è ritagliato un posto in avanti. L’altro è un ragazzo della Primavera del Napoli, giocherà a sinistra ma non disdegna l’inserimento per vie centrali e una posizione più avanzata. Cuoghi l’ha cercato con insistenza.

La mediana sarà invece composta dal giovane Maltese e da una bella promessa come Pizza, rientrato tra i centrocampisti centrali più interessanti dopo qualche buona prova sulla destra. Si cerca un altro mediano da affiancare a Maltese, al momento il giovane della Berretti Perinelli non sembra la prima scelta.

[quote_left]Si cerca una punta?[/quote_left]

In attacco si proverà a prendere una prima punta in grado di scardinare le difese avversarie con una certa facilità. Negli ultimi anni il Viareggio ha sempre peccato di scarsa vena realizzativa, ecco perchè la dirigenza vorrebbe invertire il trend. L’attuale centravanti bianconero è Magnaghi, arrivato dall’Atalanta dopo un anno alla Tritium, mentre la seconda punta sarà De Vena, giunto in Toscana dopo un anno positivo a Trieste.

La rosa è quasi al completo, tranne qualche piccola lacuna a centrocampo e nel reparto avanzato, ma Cuoghi ha già cominciato a lavorare alacremente sulla mentalità dei tanti ragazzi a sua disposizione. Non sarà facile confermarsi per un altro anno in Prima Divisione, i bianconeri dovranno sudare parecchio.

STADIO – Lo stadio “dei Pini” di Viareggio, intitolato all’ex presidente e co-fondatore del club Torquato Bresciani, ha una capienza massima di 7.000 posti, ma le normative hanno abbassato la fruizione dell’impianto a 4.275 spettatori. Fu inaugurato il 18 luglio 1959 ed è divenuto celebre per la presenza della prima pista d’atletica in tartan in una struttura italiana. La pista di ben otto corsie limita la visibilità, eccezion fatta per la tribuna centrale. Il settore ospiti ha una capienza di 742 posti.

Il 7 luglio 2009 all’interno dello stadio venne celebrato il rito funebre per le 33 vittime del disastro ferroviario, avvenuto il 29 giugno nella stazione di Viareggio. Parteciparono all’evento 30.000 persone.

 

PROMO mini

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Isolaverde Post

Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

Bellino Mini Wide
Bellino Mini Wide
Bellino Mini Wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

PROMO mini