Sette giorni per un tris di innesti

A partire dalla giornata di domani si entrerà ufficialmente nella fase finale della sessione estiva di calciomercato, con gli ultimi sette giorni che si prospettano di fuoco per molte squadre e inevitabilmente anche per un Barletta che non ha terminato il suo lavoro di completamento della rosa.

Non ingannino infatti le recenti dichiarazioni del direttore sportivo Pavone, che aveva parlato di una “squadra completa per il 90%”. Dopo le recenti sgambate infatti – ultima in ordine di tempo quella terminata 2-0 contro un modesto Mola – anche al dirigente ex Foggia è apparso palese come questa squadra necessiti ancora degli innesti necessari per poter guadagnare una salvezza quanto più tranquilla possibile.

PROMO mini

E sono almeno tre le pedine necessarie per puntellare l’attuale undici titolare per presentare un Barletta all’altezza contro il Catanzaro, il prossimo 3 Settembre.

Bini per il pacchetto arretrato
In difesa il recente arrivo di Di Bella ha sicuramente alzato il tasso tecnico di un reparto da pochi giorni orfano del suo leader Mengoni, ora accasatosi a Benevento. Tuttavia non sembra essersi del tutto chiusa la pista che porterebbe a Francesco Bini, ventitreenne difensore centrale attualmente svincolato dopo esser stato di proprietà del Piacenza (poi fallito) per ben sei anni. Bini può ricoprire i ruoli di difensore centrale e all’occorrenza anche di terzino destro e risulterebbe così una variante tattica utile per mister Novelli.

Dettori è la novità sulla mediana
A centrocampo è recentissima l’indiscrezione che vorrebbe il Barletta puntare forte sul nome di Francesco Dettori, centrocampista centrale classe ’83 e nello scorso anno tra le fila della Cremonese, dove ha collezionato 31 presenze impreziosite da 4 marcature. L’ex grigiorosso è di proprietà del Chievo Verona e fino a questo momento del calciomercato non ha trovato collocazione in nessuna squadra di B o Lega Pro. Si tratta del classico centrocampista capace di coniugare quantità e qualità in mezzo alla mediana e di apportare l’esperienza necessaria in un reparto attualmente di soli babies . Al momento si tratta di una voce e niente più ed è anzi probabile che rimanga tale se Tatò non deciderà di alzare l’asticella del tetto ingaggi.

Attacco: ancora rumors su Scappini
Il reparto offensivo e quello dove si sviluppano le maggiori trame di mercato. Dopo l’indiscrezione lanciata ieri dalla nostra redazione in merito a Grandolfo, il Barletta continuerebbe a tenere calda la pista che porta a Stefano Scappini. L’attaccante classe ’88 non è nuovo alle attenzioni di mercato dei biancorossi, cui è stato vicinissimo nel corso della gestione Geria (stagione 2010/2011). Tuttavia a ostacolare una positiva conclusione della trattativa ci sarebbe anche qui l’ingaggio, sicuramente più elevato rispetto agli standard attuali della gestione Tatò e una certa reticenza del giocatore nell’accettare il trasferimento in piazze del sud. Non inganni infatti la recente esperienza a Sorrento(32 presenze e 8 gol), dove  l’allestimento di un progetto competitivo giocò un ruolo fondamentale nel convincere Scappini a vestire rossonero. A differenza di Grandolfo si tratterebbe però di un attaccante di più sicuro affidamento, potendo già vantare oltre 130 presenze e 34 marcature in Prima Divisione.

Importante comunque rimarcare come la necessità di sfoltire gli esuberi in rosa risulti difatti una condicio sine qua non per il dsPavone. Se almeno tre tra i vari Zappacosta, Minieri, Cerone, Di Gennaro e Angeletti non giungeranno ad un accordo di rescissione con la soscietà di via Veneto, sarà difficile immaginare un positivo epilogo del calciomercato biancorosso di qui alle 19.00 del prossimo 31 Agosto.

Bellino Mini Wide

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Isolaverde Post

Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

Bellino Mini Wide
Bellino Mini Wide
PROMO mini

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

PROMO mini