Prima Divisione senza retrocessioni?

Ormai pare certo: a meno di clamorosi colpi di scena la riforma dei campionati di Lega Pro non prenderà corpo per questa stagione, nonostante Foggia, Spal e Siracusa si siano arrese non presentando la documentazione utile per l’iscrizione al prossimo campionato. Per trovare la quadratura del cerchio sarebbe stato necessario ridurre il numero di squadre a 66. Ma le attuali 69 non possono garantire la possibilità di strutturare quell’unico campionato da tre gironi tanto agognato da un Macalli, diventato per molti ormai vero e proprio despota della Lega Pro (per lui è il quarto mandato di fila).

[quote_left]Per attuare subito la riforma sarebbero state necessarie 66 società a fronte delle 69 attuali[/quote_left]

Bellino Mini Wide

Nonostante ciò, le novità non dovrebbero mancare in vista dell’imminente stagione e in tal senso cominciano a filtrare interessanti novità. Nello specifico l’indiscrezione riguarda l’assetto che assumeranno i prossimi campionati di Prima e Seconda Divisione, proprio nell’ottica di tale riforma.

Le novità da introdurre sarebbero tutte di carattere regolamentare: in Prima potrebbero essere bloccate le retrocessioni, con la conferma di play-off e promozione diretta per la seconda classificata. In Seconda la situazione risulterebbe praticamente capovolta, con il blocco totale delle promozioni e la conferma delle retrocessioni in Serie D. Ma per l’attuale quarta serie nazionale si tratterebbe di un adattamento traumatico ai nuovi dettami imposti, perché le retrocessioni potrebbero ammontare addirittura a nove per ogni girone. Il risultato vedrebbe quindi 19 squadre provenienti dalla Seconda aggregarsi alle restanti di Prima, per comporre un torneo da 60 squadre nel 2013/2014.

[quote_right]Il blocco delle retrocessioni potrebbe favorire le società che sposano la “linea verde”[/quote_right]

Una vera e propria manna dal cielo per società, come ad esempio il Barletta, che con un campionato di transizione e senza retrocessioni potrebbero affrontare una stagione fatta di tante scommesse senza il patema di rischiare le ultime posizioni in classifica, aggiungendo a ciò i contributi che deriverebbero dal consistente minutaggio riservato ai calciatori under.

E allora i fari sono tutti puntati sul consiglio federale che si terrà nella giornata di domani e che con tutta probabilità dovrebbe confermare tali clamorosi rumors, in grado sicuramente di sconvolgere gli equilibri degli ormai prossimi tornei di Prima e Seconda Divisione.

Bellino Mini Wide

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Zerodue Top Boss

Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

Zerodue Mini Wide
PROMO mini
PROMO mini

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

Zerodue Mini Wide