La lavagna tattica

 

In attesa dei primi impegni stagionali da affrontare a Rio di Pusteria, cominciamo a delineare uno starting eleven del Barletta che verrà. E’ anche vero che siamo ancora a luglio, con un mercato tutto da sviluppare e monitorare, ma proviamo a farci un’idea attraverso i dettami tattici di mister Novelli.

Bellino Mini Wide

Il tecnico salernitano è solito schierare un 4-3-3 con due esterni offensivi che si accentrano, entrando nell’orbita di una prima punta capace di affondare e creare spazi. A centrocampo un play basso orchestra la manovra e gli altri due centrocampisti accompagnano la spinta del reparto avanzato, portando a ridosso dell’area avversaria ben cinque uomini, esclusa la spinta dei terzini.

[quote_left]Rimane Mengoni, fuori Migliaccio[/quote_left]

Già, i terzini. Lo scorso anno il Barletta ha trascorso fasi travagliate sulla sinistra, alternando a metà stagione Angeletti con Petterini. Sulla destra il jolly Mazzarani ha fatto molto meglio dei suoi colleghi di fascia opposta, guadagnandosi una probabile riconferma. Al centro è rimasto Mengoni, ma la linea verde imposta dalla società ha tagliato Migliaccio, non partito per l’Alto Adige.

Una squadra giovane, arricchita dall’esperienza di alcuni elementi della scorsa stagione. Manca un uomo di polso a centrocampo, reparto che fa leva sul solo talento dei tre ragazzi under 23, ma il mercato è ancora lungo e non si escludono colpi in entrata per rinforzare un gruppo potenzialmente esplosivo. Nel weekend ci sarà una prima uscita stagionale contro una selezione locale, dando il via al primo toto-formazione della stagione 2012/2013.

[quote_left]Primo toto-formazione: sarà 4-3-3[/quote_left]

In porta Pane mette in riga Cilli e l’aggregato Liverani, mentre De Leidi affianca Mengoni al centro della difesa. Sulla sinistra dovrebbe partire Petterini, mentre sulla destra non si esclude un ballottaggio tra Mazzarani e Calapai per testare il baby siciliano. Sulla mediana il regista è Vacca, che torna al vecchio ruolo di direttore del centrocampo, con Dezi e Dall’Oglio posti nella zona di movimento a ridosso dell’attacco.

Proprio in avanti si rincorrono i dubbi più stuzzicanti. Castellani è il più indicato per il ruolo di centravanti, assistito a sinistra da Barbuti o Franchini, abilissimi nell’incursione in area avversaria, e a destra da Carretta, ben rodato nei meccanismi di inserimento senza palla.

Non parliamo nemmeno di calcio d’agosto, ma queste sono le prime indicazioni che trapelano dal credo tattico di mister Novelli, zemaniano nella preparazione e anche nello stile di gioco, spumeggiante e pericoloso.

Zerodue Mini Wide

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Top Boss Betland

Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

Betland mini wide
Zerodue Mini Wide
Betland mini wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

Betland mini wide