Foggia e Taranto sono Out

Sono giorni travagliati per il calcio in generale ed in particolare per quello pugliese. La corsa alle iscrizioni e la “rincorsa” alle necessarie fideiussioni non è mai stata così faticosa.

Oggi, 16 Luglio 2012, scade il termine ultimo per la presentazione del ricorso contro il diniego di iscrizione della Co.Vi.Soc nei confronti di undici società di Lega Pro. Tre le compagini pugliesi coinvolte ci sono l’Andria, il Foggia e il Taranto. Ma le singole situazioni sono ben diverse.

Bellino Mini Wide

L’Andria si è salvato per il rotto della cuffia ed ha presentato in extremis la domanda d’iscrizione e la relativa fideiussione di 600.000€. Per il Foggia e per il Taranto, invece, non c’è stato nulla da fare.

Capitolo Taranto. Il presidente Enzo D’Addario ha guidato il club per tre anni portandolo ad assaporare il sogno della B. Ma proprio quest’ultimo è ora additato dai tifosi rossoblu come il principale artefice della catastrofe del calcio tarantino. L’immobilismo dell’amministrazione comunale non ha certo aiutato, ma in fin dei conti il Sindaco Ippazio Stefano ha solo “ereditato” una situazione originata da altri.
[quote_left]Antonio Flora dietro le quinte[/quote_left]
In questi giorni i rossoblu sono alle prese con una corsa contro il tempo. La speranza è quella di iscrivere la squadra al campionato di Serie D per evitare che il calcio a Taranto muoia definitamente. E per la presidenza il nome che sta circolando incessantemente in queste ore è quello di Antonio Flora

[quote_right]”Andria Siamo Noi” Ruolo Decisivo[/quote_right]
Capitolo Andria. E’ una storia a lieto fine quella della società della famiglia Attimonelli, perché alle 13 di questa mattina il segretario generale Vincenzo Greco si è recato presso gli uffici della Federcalcio ed ha depositato la domanda di iscrizione. A mettere a disposizione le somme necessarie ci ha pensato la famiglia Attimonelli, con l’aiuto dell’ex presidente Fusiello e di una cordata di imprenditori coordinata dal Sindaco Giorgino. Un ruolo decisivo è stato svolto anche dal comitato “Andria siamo noi”. E così il calcio andriese può continuare a respirare l’aria della Lega Pro.

Capitolo Foggia. Estremo rammarico in casa rossonera. Nel mese di Febbraio, la famiglia Casillo aveva manifestato la volontà di cedere la società. D’intesa con il primo cittadino di Foggia è partita la ricerca di nuovi acquirenti, ma nessuno si è fatto vivo.

[quote_box]“Nonostante tutti gli sforzi fatti e le dichiarazioni di disimpegno partite dal febbraio 2012 – si legge nel comunicato della famiglia Casillo comparso oggi sul sito ufficiale del club – nessun imprenditore singolo o “cordata” ha dimostrato effettivamente seria intenzione di rilevare il pacchetto azionario della società per dare continuità al progetto sportivo. Inutile si è rivelata la concessione in bianco e a costo zero, richiesta ed ottenuta immediatamente assieme a dettagliata descrizione della debitoria esistente, rilasciata al primo cittadino da tempo, e dallo stesso utilizzata in via esclusiva, avendo da solo mantenuto contatti con i possibili acquirenti, non solo, ma anche ricercando autonomamente e liberamente eventuali investitori/imprenditori locali interessati a rilevare la società”.[/quote_box]

Tra l’altro pare che anche a Foggia il problema dello stadio sia tutt’altro che risolto. Lo “Zaccheria“, infatti, non ha ottenuto la licenza di agibilità ai sensi della normativa vigente. E anche se fossero stati adempiuti tutti gli oneri finanziari, il Foggia non avrebbe potuto ugualmente iscriversi al prossimo campionato a causa dell’inagibilità dello “Zaccheria”.

Un problema, quello dello stadio, che ci porta con la mente al nostro “Puttilli”. “Se Sparta piange, Atene non ride – verrebbe da dire”.

Bellino Mini Wide

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Bellino Top Boss Articolo e Categorie

Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

Bellino Mini Wide
PROMO mini
Free Tour mini wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

Bellino Mini Wide