Petterini: "Abbiamo bisogno del tifo"

 

A fine allenamento, serata di relax nel giardino dell’albergo per i ragazzi biancorossi. Ne abbiamo approfittato per ascoltare le parole di uno dei pochi grandi del gruppo, Filippo Petterini, per capire come si lavora con tanti ragazzi molto più giovani.

Zerodue Mini Wide

Filippo, primi dieci giorni della tua seconda stagione in biancorosso. Come stai vivendo il ritiro in Val Pusteria?

“E’ un bellissimo ambiente, finora va tutto bene, ma la nostra giornata è improntata alla fatica e al duro lavoro. D’altronde in ritiro si va per potenziare il fisico in vista del campionato, stiamo cercando di raggiungere il top della condizione in vista dei primi appuntamenti ufficiali.”

Sei uno dei pochi senior del gruppo: raccontaci il tuo rapporto con dei ragazzi freschi di campionati Primavera.

“Credo sia la prima volta che mi capita una situazione del genere, siamo rimasti in pochi ad aver varcato la soglia dei 23 anni. Mi sto trovando bene, i ragazzi sono simpatici e hanno voglia di mettersi in mostra, questo è fondamentale ed è un aspetto che deve emergere fin dai primi giorni di lavoro. Per quanto riguarda la squadra, non si va in campo con la carta d’identità, quindi è giusto che anche i più esperti si mettano in gioco alla pari delle nuove leve.”

Fai parte dei cosiddetti giocatori in esubero, ma sembra che la tua posizione sia cambiata in meglio. Senti la fisucia dell’ambiente e della società?

“Sulla società non ho mai avuto dubbi, quando ho sposato il progetto Barletta mi ha convinto la serietà delle persone che componevano questa realtà e ancora adesso ho questa impressione. Col gruppo e con i tifosi non ho mai avuto alcun tipo di problema, anche mister Novelli ha spinto per farmi rientrare nei suoi piani.”

Passiamo al campo. Proprio Novelli sta sperimentando moltissimo il gioco offensivo sulle fasce. Ti stai trovando a tuo agio con gli schemi arrembanti del mister

“Assolutamente sì, ho alle spalle un’esperienza di metà stagione con Zeman e quindi so cosa vuol dire giocare in un certo modo. Sento valutate al massimo anche le mie caratteristiche tecniche, soprattutto il cross in corsa, e spero di potermi mettere in mostra anche in seguito.”

Domenica prossima primo impegno ufficiale contro il Perugia in Tim Cup. Quali sono le tue sensazioni sulla tua squadra e sugli avversari?

“Il mister sta dando indicazioni chiare e noi stiamo crescendo volta per volta, i tanti nomi nuovi stanno approfittando del ritiro per compattarsi e dar vita ad un gruppo coeso che dia il massimo in campo. Il Perugia è un’ottima squadra e nonostante sia neopromossa punta ad un campionato di spessore. Le nostre intenzioni sono quelle di ritardare la loro importante stagione.”

Infine, un saluto ai tifosi.

“Un abbraccio a tutti i sostenitori biancorossi, che invito calorosamente a sostenerci. L’apporto del pubblico è di fondamentale importanza quando ci sono di mezzo ragazzi così giovani, che possono risentire della freddezza e della scarsa fiducia della piazza. Speriamo di remare tutti insieme verso un campionato sereno e divertente.”

Zerodue Mini Wide

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Bellino Top Boss Articolo e Categorie

Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

Bellino Mini Wide
Bellino Mini Wide
Free Tour mini wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

Zerodue Mini Wide