La parola a Mazzarani

In un clima di esubero per tutti i calciatori della passata stagione, la redazione di Barlettasport ha puntato i fari su uno dei protagonisti della rincorsa vana ai playoff. Parliamo di Francesco Mazzarani, jolly difensivo e collaudato terzino destro biancorosso, intervistato prima della partenza per Rio di Pusteria.

Francesco, innanzitutto tu: la settimana scorsa hai sostenuto le visite mediche prima di avviare una nuova stagione. Parlaci delle tue condizioni fisiche.

Bellino Mini Wide

“Sì, ho fatto parte del primo gruppo che ha sostenuto le visite mediche il 10 luglio e tutto è andato per il meglio. Sono al 100% e ho intenzione di lavorare duramente in queste due settimane di ritiro.”

Nonostante non sia stato raggiunto l’obiettivo, nell’ultima stagione il tuo rendimento è stato ampiamente positivo. Come giudichi il campionato appena trascorso?

“Non è stato facile metabolizzare il sesto posto in classifica, al 90′ dell’ultima giornata eravamo ai playoff e nel recupero è svanito tutto. Abbiamo mancato un’occasione importante sia per la città di Barletta sia per noi stessi e la nostra carriera, ma la Prima Divisione è un torneo ostico in cui nessuno ti regala niente e le insidie sono sempre dietro l’angolo. Dall’alto della mia esperienza anche nell’Atletico Roma, posso dire con certezza che ogni anno ci si trova a fare i conti con realtà che rovesciano le gerarchie estive, vedi Lanciano e Trapani. Bisogna tener d’occhio una moltitudine di fattori, l’anno scorso ci è sfuggito qualcosa e ci dispiace di aver mancato l’obiettivo.”

Adesso si aprono nuovi scenari, soprattutto a livello di mercato. Anche tu fai parte dei giocatori dichiarati liberi da Tatò, ma ci sono buone possibilità di riconferma: come hai accolto questa decisione del presidente?

“Credo di non avere nulla più degli altri e non so di eventuali riconferme o meno. Quello che so per certo è che non ho mai avuto intenzione di lasciare il Barletta, ho un altro anno di contratto e sono convinto di potermi giocare le mie chances al meglio. Questa mia convinzione mi spinge a lavorare bene in vista del nuovo campionato.”

[quote_left]”Non ho mai pensato di lasciare il Barletta”[/quote_left]

Hai ricevuto offerte da altre squadre?

“No, non sono al corrente di contatti con altre piazze e sono d’accordo col mio procuratore sulla scelta di rimanere a Barletta.”

Alla tua esperienza sui campi di Lega Pro si contrappone un gruppo di ragazzi esordienti in una piazza così esigente: come reputi il lavoro svolto dal ds Pavone fino a questo momento?

“La squadra è giovane, ma ultimamente la voglia di emergere supera l’esperienza. Spesso possiamo ammirare esplosioni di talento che fanno saltare gli iniziali valori di mercato o le scelte tecniche di molti allenatori, quindi speriamo di poter pescare le nuove promesse del panorama nazionale. Credo che Pavone stia lavorando molto bene, ma il campo sarà il giudice più attendibile.”

PROMO mini

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Isolaverde Post

Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

Betland mini wide
Zerodue Mini Wide
Zerodue Mini Wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

Betland mini wide