Tra storia e pallone – A.C. Perugia

 

Era il 20 febbraio 1994. Allo stadio “Renato Curi” di Perugia andava in scena l’ultimo match ufficiale tra gli umbri e il Barletta. Da quel momento, due destini nettamente diversi attendevano il Grifo e il Colosso. La squadra del capoluogo umbro, lanciatissima verso il primato e la successiva promozione in Serie B, vinse 1-0 quella partita in casa, mentre i biancorossi si avviavano al declino che sarebbe maturato l’anno successivo con il fallimento societario.

Bellino Mini Wide

[quote_left]Con Gaucci fino alla Coppa Uefa[/quote_left]

Da una parte si passava dalla C1 all’Eccellenza, dall’altra dalla B ad un periodo d’oro lungo 10 anni che avrebbe nuovamente consacrato il Perugia nel grande calcio. La Serie A arrivò nel 1996, poi una retrocessione e un’altra promozione, quindi massima serie fino al 2004. L’era Gaucci proiettò il capoluogo umbro in Coppa Intertoto, l’anticamera dell’Uefa: nel torneo di qualificazione, i grifoni sconfissero Allianssi, Nantes e Wolfsburg e guadagnarono l’accesso alla seconda competizione europea, dalla quale vennero eliminati dal Psv Eindhoven.

Accanto ad un’incredibile epopea in giro per l’Europa, c’era una realtà ben diversa in Italia: un girone d’andata senza vittorie, zona retrocessione e rimonta inutile, conclusa con lo spareggio perso contro la Fiorentina e quindi con la discesa in B. L’addio di Gaucci segnò la fine di un’epoca, che prova a rinascere negli ultimi anni attraverso una scalata dalla D alla C1: ora si torna a quel 20 febbraio 1994, un’altra stagione col Barletta davanti.

I precedenti non sorridono ai biancorossi di Novelli, che tra il 1991 e il 1994 hanno raccolto due pareggi e quattro sconfitte. Proprio il pareggio del 31 maggio 1992 a Barletta condannò i perugini alla permanenza in terza serie, mentre la Fidelis Andria scavalcò gli umbri e ottenne la prima promozione in B.

[quote_left]La lite con Matarrese: un cult del calcio italiano[/quote_left]

L’esito di quella partita scatenò la forte rivalità tra Gaucci e i Matarrese, rei di aver favorito il club andriese nella corsa alla promozione, per poi proseguire anche tra Perugia e Bari. Clima di tensione anche tra tifosi barlettani e perugini: un Comunale infuocato ed ostile accolse per la prima volta i tifosi ospiti, con successivi scontri all’esterno della struttura.

Dopo 18 anni di quiete, il Perugia ritorna a Barletta per il primo turno di Tim Cup. E che domenica sia infuocato solo il clima atmosferico.

Bellino Mini Wide

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Isolaverde Post

Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

PROMO mini
Bellino Mini Wide
Bellino Mini Wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

Bellino Mini Wide