Il mercato delle altre

 

Volge al termine la terza settimana di luglio. Tanto Barletta in questa prima fase di mercato, otto elementi hanno arricchito la rosa dell’anno scorso, ma hanno anche rimpiazzato pedine che si sono accasate altrove.

PROMO mini

Le avversarie di Prima Divisione non si sono tirate indietro e hanno dato vita a numerose aste per accaparrarsi i pezzi pregiati del mercato. Il cosiddetto campionato estivo vede lanciatissime le campane: dopo un anno di assestamento, l’Avellino del presidente Taccone può già contare su giocatori di spessore come Biancolino e Castaldo. Il sodalizio irpino, inoltre, ha riscattato metà del cartellino di Davide Zappacosta dall’Atalanta, candidandosi dunque ad assoluto protagonista del prossimo campionato.

Ottima campagna acquisti anche per la Nocerina, retrocessa dalla B e intenzionata a risalire in cadetteria con Schetter e Mazzeo, prelevati dal Barletta dopo una stagione altamente positiva. L’arrivo di Gavilan Morales sopperisce alla partenza di Farias, mentre Corapi rinforza una mediana che già dispone di Bruno e De Liguori.

Altra stagione di grandi spese per il Benevento. La presidenza Vigorito non molla lo storico obiettivo della prima promozione in B e si candida nuovamente al salto di categoria con gli ingaggi di Bolzan, che sostituisce il partente Frascatore sulla sinistra, Marchi e Carotti. Gli stregoni mantengono stretta la morsa su Memushaj, ma il Carpi è in netto vantaggio.

Dopo una stagione conclusa con un calo in picchiata, il Trapani torna alla ribalta con il tris di acquisti Nordi-Docente-Rizzi. Il neo-ds Ivano Pastore sonda anche le piste Moi e Spinelli, reduci dall’ultima stagione tra i pro del Siracusa. Si candida al doppio salto il neopromosso Perugia, interessato ai grandi centravanti Arma, Ciofani e Bonazzoli.

Escluse le squadre appena citate, la linea adottata da gran parte delle società di Lega Pro si basa sulla costruzione di un’asse con le squadre di A e B: i tornei degli ultimi anni, a parte le cavalcate di Nocerina e Spezia, hanno visto le squadre più giovani arrivare ai vertici delle classifiche, ottenendo talvolta la promozione (Portogruaro, Pro Vercelli, Gubbio).

La crisi del mondo del calcio, tra l’altro, impone una politica low-cost soprattutto nelle categorie inferiori, soprattutto per evitare la fine di Taranto e Siracusa. Il futuro della vecchia Serie C sembra estremamente giovane, ma non tutte le società sono d’accordo: il campo darà il suo responso da maggio e giugno.

PROMO mini

Contattaci su Whatsapp!


whatsappbutton+ 39 392 5981658


Isolaverde Post

Resta sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore

Inserisci Nome e Cognome

Inserisci la tua E-mail

 

 

Betland mini wide
Bellino Mini Wide
Betland mini wide

Le Ultime

Le Gallery Biancorosse

Betland mini wide